Due giorni di festa e di riflessione

Chiusa la Convention dei Friulani nel Mondo, 'antenne' sul territorio

Un migliaio i corregionali giunti a Agogna e San Daniele per l'evento organizzato dall'Ente Friuli nel Mondo. Soddisfazione di Serracchiani e Luci

Centinaia di migranti friulani per la Convention 2016 (© Petrussi)

UDINE – Si è chiusa l’annuale Convention dei Friulani nel Mondo, che anche in questo 2016 ha riportato l’attenzione sui migranti e sulla loro capacità di rendere grande e conosciuto il Friuli nei cinque continenti.  

«Siete le nostre antenne sul territorio, le persone che per prime si attivano per noi se succede qualcosa di drammatico, come nel caso del terremoto di quarant'anni fa, e a questo contatto continuo e costante teniamo ancora di più oggi che affrontiamo le sfide della nuova emigrazione, costituita per lo più da nostri giovani che cercano di sviluppare le loro professioni all'estero e che trovano spesso come primo contatto e aiuto proprio quello dei Fogolârs anche in posti, paesi e metropoli difficili dove una mano tesa al primo arrivo può fare la differenza». Così la presidente della Regione Debora Serracchiani ha voluto salutare gli emigranti che hanno raggiunto Ragogna e San Daniele per la due giorni di Convention.
«Quando mi capita di viaggiare in Italia o nel mondo trovo sempre un friulano che si avvicina a me e mi racconta dov'è il suo paese d'origine e di come si sente fortemente legato alla nostra regione: alla fine mi saluta sempre con un mandi, perché è la nostra lingua comune, ovunque andiamo e dovunque ci troviamo», ha aggiunto Serracchiani.

A introdurre i saluti istituzionali è stato il discorso del neopresidente dell'Ente, Adriano Luci, il quale ha ricordato che negli ultimi anni sono state una ventina le nuove costituzioni di Fogolars, a testimonianza della vitalità e della necessità di incontro e scambio diretto che i corregionali stanno dimostrando anche in un mondo ormai strutturalmente globale. «L’Ente Friuli nel mondo – ha sottolineato – ha 63 anni di storia che continuerà. Noi qualsiasi cosa succeda saremo sempre al vostro fianco».

Centinaia di migranti friulani per la Convention 2016

Centinaia di migranti friulani per la Convention 2016 (© Petrussi)