La proposta

Una campagna divulgativa sugli effetti provocati da alcol, droghe e telefonini alla guida

E' quanto chiedono i consiglieri regionali di Forza Italia Rodolfo Ziberna (primo firmatario), Riccardo Riccardi e Roberto Novelli in una mozione presentata alla giunta regionale

Una campagna rivolta ai giovani sulla sicurezza strad (© Adobe Stock)

UDINE - «Promuovere con una campagna divulgativa, soprattutto tra i giovani, la conoscenza dei rischi derivanti dalla guida di vetture e motocicli sotto gli effetti di sostanze che possano alterare la lucidità e la prontezza di riflessi».
E' quanto chiedono i consiglieri regionali di Forza Italia Rodolfo Ziberna (primo firmatario), Riccardo Riccardi e Roberto Novelli in una mozione presentata alla giunta regionale.

«La sicurezza stradale - rileva Ziberna - è un tema avvertito con sempre maggiore insistenza. Nonostante la riduzione degli ultimi anni, infatti, gli incidenti in Italia nel 2016 rappresentano ancora la prima causa di morte nei ragazzi tra 15 e 29 anni. Secondo le stime dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ogni anno muoiono nel mondo 1,5 milioni di persone e rimangono ferite tra i 20 e i 50 milioni. In Italia il numero di morti dovuti a incidenti stradali si è praticamente dimezzato tra il 2001 e il 2014, passando da 7.096 morti a 3.381, in linea con i dati europei».
Stando a una stima dell'Istituto superiore di Sanità, gli incidenti provocati da conducenti in stato psicofisico alterato da alcol e droga corrispondono al 30% del totale dei sinistri.

«Sarebbe quindi opportuno - conclude Ziberna - che nella nostra regione venisse realizzata un'importante campagna di sensibilizzazione contro i devastanti effetti della guida dopo aver assunto bevande alcoliche o stupefacenti, o distratti dall'uso di apparecchi di telefonia mobile».