L’11 agosto, alle 21

Parole in Rifugio arriva al Marinelli

Per questo appuntamento si racconta la vera storia della guida alpina di Collina Pietro Samassa

La vista dal Rifugio Marinelli (© Rifugio Marinelli | Sito)

PALUZZA - I cinque appuntamenti di ‘Parole in rifugio’ cominciano giovedì 11 agosto, alle 21, al ‘Rifugio Marinelli’. Il rifugio più alto e più antico della Carnia offre un appuntamento serale per ospitare una storia di alpinismo raccontata dall’appassionato di storia locale Enrico Agostinis. L’annunciato dialogo con Wu Ming 1, al secolo Roberto Bui, è stato annullato per cause di forza maggiore, imponendo un cambio di programma. Si intitola ‘Pìori, o dell’elusività’ l’incontro con Enrico Agostinis, autore di una ricerca recentemente pubblicata sulla rivista Alto Gorto in movimento.

Di cosa si parlerà
La ricerca approfondisce la figura della guida alpina più famosa della Carnia tra Ottocento e Novecento, il collinotto Pietro di »Toch» Samassa, di cui Julius Kugy tracciò un significativo e efficace ritratto, che ne sottolineava soprattutto il non facile carattere oltre alle grandi doti alpinistiche. Un ricordo che secondo Agostinis è stereotipato e non regge ad una ricerca più approfondita. Samassa, apritore di diverse vie nel gruppo del Cogliàns, viene calato nel contesto della Collina del tempo attraverso la lente della storia dell’alpinismo di cento anni fa.

Una buona occasione per fermarsi a dormire in rifugio e partire il giorno seguente per un’escursione all’ombra della montagna più alta della regione. Per prenotazioni al Rifugio Marinelli: 0433 779177 oppure 320 3842728.