L'iniziativa sarà in carico agli enti di formazione

Dalla Regione 400 mila euro per tirocini di laureati in discipline umanistiche

L'iniziativa è rivolta a residenti sul territorio regionale, disoccupati e in possesso di un diploma di laurea almeno triennale in lettere e filosofia, beni culturali, lingue e letterature straniere, scienze della comunicazione, scienze dell'educazione, scienze della formazione, interpretariato e traduzione, psicologia, scienze umane e sociali, sociologia

Nuove opportunità lavorative per i neo-laureati in Fvg (© Diario di Udine)

UDINE - È stato approvato l'avviso pubblico che stanzia 400 mila euro per finanziare lo svolgimento di tirocini extracurriculari da parte di laureati in discipline umanistiche.
I progetti di tirocinio, che potranno essere presentati mensilmente dagli enti di formazione a partire dal 1° settembre 2016, saranno rivolti a residenti sul territorio regionale, disoccupati e in possesso di un diploma di laurea almeno triennale in uno dei seguenti ambiti: lettere e filosofia, beni culturali, lingue e letterature straniere, scienze della comunicazione, scienze dell'educazione, scienze della formazione, interpretariato e traduzione, psicologia, scienze umane e sociali, sociologia.

«La misura - spiega l'assessore regionale al Lavoro e Formazione Loredana Panariti - è stata pensata per favorire l'accesso al mondo del lavoro a persone dotate di un diploma di laurea e di un'ottima preparazione culturale, ma considerate dal mercato poco appetibili, perché in possesso di conoscenze a prima vista non immediatamente convertibili in competenze lavorative. A ben vedere, però - prosegue l'assessore - spesso una cultura umanistica può essere di grande vantaggio in molti e differenti settori, contribuendo a un modo di pensare e, dunque, di lavorare, flessibile e aperto al cambiamento, nella piena consapevolezza dell'ambiente sociale e culturale».
«A tal fine - conclude Panariti - i soggetti presso cui si svolgeranno i tirocini saranno enti o imprese, sia pubblici che privati, con sede sul territorio regionale, operanti nei settori chiave della cultura, dei beni culturali e museali, del turismo, dei servizi sociali e della comunicazione: il beneficio sarà sicuramente reciproco e tornerà a vantaggio del territorio».

I progetti, che potranno avere una durata di 4 o 5 o 6 mesi e un orario settimanale di 40 ore, dovranno essere presentati dal 1° settembre al 31 dicembre 2016, a cadenza mensile, all'indirizzo Pec lavoro@certregione.fvg.it, secondo le modalità stabilite dal bando