19 febbraio 2019
Aggiornato 00:30
A Udine

Violenta rissa in via Savorgnana: intervengono i carabinieri

Si sono affrontati ucraini e italiani: è spuntare pure un tirapugni. Controlli intensificati da parte delle forze dell'ordine
Il tirapugni usato per la rissa in via Savorgnana
Il tirapugni usato per la rissa in via Savorgnana Carabinieri

UDINE – Nell’ambito dei controlli disposti dal Comando provinciale per il periodo estivo, e in particolare in vista delle festività ferragostane, negli ultimi giorni la Compagnia dei carabinieri di Udine ha intensificato il numero di pattuglie in città e in particolare in Borgo Stazione.

L’area è presidiata dai militari della stazione di Udine e del Norm, oltre agli uomini del 13° Reggimento di Gorizia e del 4° Battaglione di Mestre, che quotidianamente operano tra l’area della stazione ferroviarie e le vie di accesso ai centri di accoglienza nella Cavarzerani e nella Friuli.

Una presenza che oltre a prevenire reati contro il patrimonio, ha anche l’obiettivo di limitare gli episodi di violenza. Tra giovedì e venerdì, ad esempio, una violenta lite è scoppiata in via Savorgnana, con protagonisti due ucraini e tre italiani (uno di loro, a causa delle ferite riportate, è stato portato in ospedale). L’intervento dei carabinieri ha contribuito a calmare gli animi, oltre a permettere l’identificazione dei cinque, su cui pesa l’ipotesi di reato di rissa aggravata.