Sabato nero

Incidenti in montagna: morti un escursionista e un soccorritore

Doppia tragedia sulle montagne dell’Alto Friuli. Nei pressi di Moggio Udinese è morto un vigile del fuoco intento in un’operazione di soccorso, mentre nel Tarvisiano a perdere la vita è stato un alpinista austriaco

Volontari del Cnsas scendono dall'elicottero (© Diario di Udine)

MOGGIO UDINESE – Doppia tragedia sulle montagne dell’Alto Friuli. Nei pressi di Moggio Udinese è morto un vigile del fuoco (Oscar Lido D’Andrea, 51 anni di Rigolato,) intento in un’operazione di soccorso, mentre nel Tarvisiano a perdere la vita è stato un alpinista austriaco.

Il primo dei due decessi è avvenuto nei pressi della Cima della Sfinge, nel gruppo del Grauzaria. Un escursionista friulano è precipitato in un burrone e con i soccorritori, oltre agli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico di Moggio e del personale del 118, è accorsa anche una squadra di pompieri. E’ stato proprio un componente di quest’ultima ad accusare un malore durante il soccorso e a perdere la vita.

La seconda vittima di giornata, invece, è stata trovata sul monte Mangart. Il corpo riverso a terra dell’uomo (Gerard Teich, 60 anni) è stato notato da alcuni escursionisti. Inutile l’intervento dell’elicottero e dei sanitari del 118. Anche in questo caso la causa del decesso è un malore.