Polemica politica

Tanzi chiede un cambio di marcia. Pittoni una verifica di chi abita il quartiere

L'opposizione in Consiglio comunale attacca il sindaco Honsell sulla questione sicurezza in Borgo stazione

Tanzi e Pittoni (© Diario di Udien)

UDINE - «La convocazione della commissione dell'ordine pubblico arriva quando si ormai superato ogni limite». A dirlo è il consigliere comunale di Forza Italia Vincenzo Tanzi, che torna sulla questione sicurezza in Borgo stazione chiedendo «un cambio di marcia» alla giunta Honsell. Con lui prende posizione anche il consigliere del Carroccio Mario Pittoni, che punta il dito sulla decisione del primo cittadino. «Quale credibilità può avere un'amministrazione che in Consiglio boccia la proposta di un semplice coordinamento tra forze dell'ordine, polizia locale, Azienda per l'assistenza sanitaria e Servizio edilizia privata?».

Per Tanzi «la commissione è poca cosa, serve un osservatorio permanente per la sicurezza, con la partecipazione delle Istituzione e di tutte le forze dell'ordine». «C'è poi da sottolineare – aggiunge il consigliere forzista – che sulla questione in Consiglio comunale abbiamo presentano un numero considerevole di mozioni e interpellanze affinché fosse affrontata in modo definitivo. Honsell e la sua maggioranza le hanno sistematicamente bocciate, un atteggiamento di pressappochismo e di chiusura su un tema ritenuto prioritario dai cittadini».

Conclude così Pittoni: «Per garantire adeguate condizioni di sicurezza e convivenza civile nei quartieri cittadini, potrebbe rivelarsi utile una verifica sistematica delle residenze, andando a vedere chi abita realmente il quartiere e se vengono rispettati gli standard di legge. E' chiedere troppo? - domanda Pittoni –. Le regole vengono rispettate quando i controlli sono adeguati».