Rispediti in treno verso l'auto

Soccorsi due volte nell'arco di 3 ore: l'incoscienza di 2 ventenni

E’ accaduto sulle montagna del Tarvisiano. I due, un belga e un lombardo, stavano tentando la ‘traversata carnica’ ma sono stati bloccati dalla fatica

Uomini del Cnsas in azione (© Diario di Udine)

TARVISIO – Spesso l’incoscienza può essere fatale, specialmente in alta quota. Questa volta, due escursionisti ventenni, se la sono cavata, ma il Soccorso alpino è dovuto intervenire due volte nel giro di tre ore per riportarli a valle e convincerli a desistere dalla loro ‘impresa’ alpinistica.

E’ accaduto sulle montagna del Tarvisiano. I due, un belga e un lombardo, stavano tentando la ‘traversata carnica’. Giunta nella zona di Sella Bartolo, però, non sono più riusciti a superare una roccia e hanno chiamato aiuto. Riportati a valle dagli uomini del Cnsas, i due non hanno dato retta ai consigli dei soccorritori e si sono rimessi in marcia per completare il loro itinerario.

La fatica accumulata, però, era troppa, e dopo qualche ora sono stati nuovamente costretti ad allertare il Cnsas. Raggiunti ancora una volta dai soccorritori, sono stati riportati a valle e invitati a salire in treno diretto a Villaco per recuperare l’auto.