La Cei ha stanziato 1 milione di euro

Terremoto in Centro Italia: la vicinanza della chiesa friulana

«La nostra fraterna vicinanza alle popolazioni colpite – ha detto l'arcivescovo Mazzocato – è particolarmente forte perché le immagini che abbiamo visto oggi ci hanno immediatamente riportato con la mente alla drammatica notte del 6 maggio 1976»

Una delle chiese distrutte dal terremoto (© Diocesi Ud)

UDINE - «La Chiesa udinese si stringe al dolore dei familiari delle vittime del terribile terremoto che ha colpito il Centro Italia. Invito i fedeli e le comunità parrocchiali a pregare durante le sante messe di domenica 28 agosto, per coloro che in questo tragico evento hanno perso la vita, per i tanti feriti e per tutti coloro che sono nella prova». Così l’arcivescovo di Udine, monsignor Andrea Bruno Mazzocato, appresa la notizia del sisma che ha sconvolto i territori fra Lazio e Marche: «La nostra fraterna vicinanza alle popolazioni colpite – ha aggiunto – è particolarmente forte perché le immagini che abbiamo visto oggi ci hanno immediatamente riportato con la mente alla drammatica notte del 6 maggio 1976, quando il terremoto, di cui quest’anno ricorre il 40° anniversario, mise in ginocchio il nostro Friuli. La solidarietà dei friulani  - ha concluso – saprà quindi farsi concreta, anche come Chiesa faremo sentire il nostro sostegno teso ad alleviare le sofferenze e i disagi e ad incoraggiare un cammino di rinascita».
Monsignor Mazzocato non ha mancato di esprimere la propria riconoscenza «alla Protezione civile Regionale che da subito si è messa al lavoro e ha già inviato volontari e mezzi nelle zone colpite».

Intanto anche la Cei si è mobilitata stanziando 1 milione di euro dai fondi dell’otto per mille e indicendo una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane domenica 18 settembre.
Le offerte raccolte dovranno essere inviate con sollecitudine a Caritas Italiana, via Aurelia 796 - 00165 Roma, utilizzando il conto corrente postale n. 347013 o mediante bonifico bancario su Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113 specificando nella causale ‘Colletta terremoto centro Italia’.
Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
- on line (sul sito www.caritas.it);
- Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600  100000012474;
- Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013;
- UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119.