Nella Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino

Primo volo per il giovane grifone nato alla fine di marzo

L’appuntamento è per domenica 4 settembre: l'animale sarà dotato di un anello identificativo ma anche di un sofisticato sistema radio satellitare

Il giovane grifone nato nella Riserva di Cornino (© Riserva di Cornino)

FORGARIA - Un giovane grifone nato in riserva alla fine di marzo spiccherà il suo primo volo. L’appuntamento è per domenica 4 settembre, alle 15, alla Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino, nel Comune di Forgaria nel Friuli. L’animale sarà dotato di un anello identificativo ma anche di un sofisticato sistema radio satellitare (acquistato grazie alle offerte dei visitatori della Riserva di Cornino, al contributo di alcune strutture zoologiche e all’impegno del Parco Natura Viva), che consentirà di seguire i suoi spostamenti.

L’evento, organizzato dalla Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino in collaborazione con il Parco Natura Viva di Bussolengo, sarà proposto in occasione della giornata di sensibilizzazione al rispetto degli avvoltoi. I visitatori potranno scegliere il nome del giovane grifone collegandosi alla pagina facebook della riserva oppure scrivendo una mail all’indirizzo centrovisite@riservacornino.it. «Il grifone che tornerà in libertà – spiega Fulvio Genero, direttore scientifico della riserva - è figlio della coppia che teniamo nella voliera del centro visite e che, negli ultimi 6 anni, ha generato ben 5 giovani, tutti liberati. E’ uno dei fratelli di Acale e Kronos, liberati rispettivamente nel 2014 e nel 2015. Acale, dopo la liberazione, è passato per Genova per poi comparire nuovamente sui Pirenei, nella Spagna centrale. Ogni estate torna nella Riserva di Cornino. Kronos, invece, si è spostato verso ovest e da tempo è in Corsica. Il giovane esemplare che libereremo domenica 4 settembre è nato alla fine di marzo da un uovo deposto poco meno di 2 mesi prima. Ha quasi 5 mesi e sarà liberato nel periodo in cui solitamente i giovani grifoni lasciano il nido. Per conoscere i suoi spostamenti, in collaborazione con il Parco Natura Viva, è stata organizzata una raccolta fondi che ci ha permesso di acquistare un sistema radio satellitare ad alta tecnologia, in grado di seguire il grifone per almeno 2 o 3 anni».

Il programma della giornata è particolarmente ricco. Si comincerà alle 10 con una visita guidata gratuita al centro visite. Dalle 11.30 alle 12.30, invece, sarà possibile visitare, accompagnati da una guida, il lago di Cornino e il punto panoramico sul fiume Tagliamento. Alle 14, è prevista la conferenza ‘Da reintroduzione a conservazione, un viaggio alla scoperta degli spostamenti dei grifoni’, a cura di Fulvio Genero, responsabile del ‘Progetto Grifone’, che parlerà dell’evoluzione dei grifoni di Cornino, unica colonia nidificante sull’intero arco alpino. Alle 15, alla presenza di numerose autorità, si procederà alla liberazione del giovane grifone. Oltre al sindaco del Comune di Forgaria, Pierluigi Molinaro, e al vicesindaco Luigino Ingrassi, saranno presenti l’assessore regionale Mariagrazia Santoro, Cesare Avesani, direttore del Parco Natura Viva, presidente dell’Unione Italiana Zoo e Acquari e capofila del progetto ‘Grifoni: osservati speciali’. Dalle 16 alle 17.15, ricorda Ylenia Cristofoli, presidente della cooperativa Pavees, che gestisce la Riserva di Cornino, è in programma una visita guidata gratuita al centro mentre, dalle 17.30 alle 18.30, un'escursione guiderà i visitatori alla scoperta del lago di Cornino e del punto panoramico sul Tagliamento. Durante tutta la giornata saranno attivi laboratori creativi per bambini.