Domenica sera il sinistro

Viale Palmanova: l'uomo che ha causato l'incidente ubriaco altre due volte

Il rumeno 28enne aveva già pagato una multa di 3.500 euro e gli era stata sospesa la patente per un anno e 4 mesi. Nonostante questo ha continuato a bere alla guida

L'auto che ha causato l'incidente (© Diario di Udine)

UDINE – La notizia è da fare rabbrividire. Perché se è vero che sbagliare è umano, perseverare mettendo a rischio la vita degli altri non solo è diabolico, ma addirittura da imbecilli. Il rumeno di 28 anni che domenica sera ha tamponato la 500 su cui viaggiava una famigliola di quattro persone (causando il ricovero in ospedale una ragazzina di 11 anni) pare fosse ubriaco. La conferma ufficiale arriverà tra una decina di giorni, visto che l’uomo si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest ed è stato portato al Pronto soccorso dai carabinieri per un prelievo ‘forzoso’ del sangue. Una pura formalità, stando al racconto dei testimoni, che assicurano che il ragazzo fosse ubriaco.

Ciò che fa scalpore è quanto anticipato dalla versione on line del Messaggero Veneto: non è la prima volta che il 28enne guidava in stato di ebbrezza. Gli era capitato nel 2009, quando fu condannato a un’ammenda di 3.500 euro perché aveva alzato il gomito. Era successo ancora nel 2014 e questa volta la patente gli era stata sospesa per un anno e 4 mesi e l’auto era stata confiscata, superando la soglia di 1,5 grammi per litro di alcol nel sangue. Per evitare l’arresto aveva dovuto svolgere un lavoro di pubblica utilità.

Domenica il rumeno ci è ricascato, dopo aver riottenuto la patente ad aprile. Per ora l’uomo ha evitato l’arresto, non essendosi sottoposto all’alcoltest. L’auspicio, ora, è che al 28enne venga revocata la patente, per evitare che in futuro possa combinare altri guai.