Domenica 4 settembre dalle 14.30

Raccolta fondi per un ‘Parco Rifugio’ dell'Enpa in via Gonars

L'iniziativa, denominata 'Zampette in trasferta' sarà ospitata dalla residenza per anziani di Sereni Orizzonti in via Podgora. Ci sarà anche l'esibizione della voce bianca di Dania Lascialfari

Un'immagine delle scorse edizioni di 'Zampette in trasferta' (© Sereni Orizzonti)

UDINE - Mancano pochi giorni all’evento ‘Zampette in trasferta’ nella residenza Sereni Orizzonti di via Podgora a Udine. Grazie alla collaborazione con l’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) della sezione provinciale di Udine, domenica 4 settembre, con inizio alle 14.30, il progetto ‘Zampette in trasferta’ cambierà veste per diventare l’evento di fine estate. Ad animare il pomeriggio, la splendida voce bianca di Dania Lascialfari, 9 anni, di Cassacco, interprete nel 2015 alla 58^ edizione dello Zecchino d’Oro, Festival Internazionale della Canzone del Bambino divenuto parte del costume e patrimonio culturale italiano delle generazioni nate a partire dagli anni sessanta.

Con la canzone ‘Il rompigatto’, Dania è stata selezionata tra oltre 3.300 aspiranti per la partecipazione allo spettacolo nazionale. L’iniziativa nasce anche con l’obiettivo di raccogliere fondi per la realizzazione di un ‘Parco Rifugio’ sul terreno di fronte all’attuale struttura di via Gonars. La nuova costruzione sarà una rivisitazione del canile ‘tradizionale’, sia dal punto di vista strutturale sia per gli aspetti gestionali e di offerta dei servizi. In generale, il progetto vuole migliorare la tutela degli animali ospiti, favorendone una maggiore possibilità di adozione e offrendo alla comunità locale servizi didattici, culturali e di interazione con gli animali. Il parco diventerà, quindi, un luogo di frequentazione per la cittadinanza, come un vero e proprio parco cittadino. Gli obiettivi saranno quelli di favorire il turn over delle presenze, migliorare il benessere degli animali, sostenere le adozioni, prevenire gli abbandoni e le rinunce e lanciare una cultura di responsabilità e di autentica cinofilia.

Il Rifugio del Cane, come è noto, è nato nei primi anni Settanta. Vive tuttora grazie alla beneficenza e alla generosità delle persone e, naturalmente, solo il contributo di tanti aiuteranno la realizzazione del nuovo ‘Parco Rifugio’. Tutti coloro che hanno contribuito e contribuiranno al progetto saranno ricordati sulla parete ‘Wall Of Love’ all’interno del parco. L’intrattenimento del pomeriggio continuerà, ovviamente, in compagnia degli amati «4 zampe», tra coccole, risate e qualche stuzzichino. ‘Zampette in trasferta’, è ormai un’iniziativa consolidata nella struttura di via Podgora. L’attività è divenuta un naturale rimedio alla condizione dell’anziano che può beneficiare della compagnia degli animali, dando vita a un intenso rapporto interpersonale tra emozioni, ricordi e tanti sorrisi. La semplice presenza del cane, infatti, in questo caso degli amici Buca, Bolla, Red, Hilton e July, è in grado di colmare la maggior parte dei vuoti e ha dimostrato quanto l’interazione e la comunicazione vengano implementati considerevolmente. Tutta la cittadinanza è invitata all’evento.