Fermato alla barriera autostradale di Ugovizza

Viaggiava con 180 mila euro in contanti: scoperto dalla Finanza

Non avendo ottemperato agli obblighi di legge per il trasporto di una tale somma di denaro, un italiano residente a Milano è stato trattenuto e gli è stata affibbiata una sanzione di 51 mila euro

MALBORGHETTO – Aveva 180 mila euro in contanti nascosti nella giacca. Non avendo ottemperato agli obblighi di legge per il trasporto di una tale somma di denaro, un italiano residente a Milano è stato trattenuto e gli è stata affibbiata una sanzione di 51 mila euro.

L’uomo è stato fermato alla barriera autostradale di Ugovizza dagli uomini della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Udine. A bordo di una Volvo aveva da poco superato  il confine italo-austriaco di Coccau per fare ritorno nel capoluogo lombardo.
I finanzieri gli hanno chiesto se avesse qualcosa da dichiarare ma lui ha negato, mostrando però un certo nervosismo. Per questo è scattata la perquisizione che ha fatto scoprire il denaro: 300 banconote con taglio da cinquecento euro, 50 banconote da cento euro e 500 banconote da cinquanta euro.

L’uomo, con precedenti specifici per traffico di stupefacenti, non è stato in grado di esibire la dichiarazione di trasporto del denaro contante sopra la soglia legale. A suo dire i soldi sono stati prelevati per conto della ditta per cui lavorava, in Polonia, da utilizzare «per l’acquisto di un immobile a Milano». Le fiamme gialle friulane hanno quindi proceduto al sequestro della somma.
Inoltre, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha ingiunto il pagamento di una sanzione amministrativa di 51.000 euro.
Sono in corso ulteriori accertamenti tesi a meglio chiarire l’origine e le finalità del trasporto clandestino di valuta oggetto dell’operazione.