Appello alla popolazione

Presidio contro il circo nel parcheggio dello stadio Friuli

La Lega per l’abolizione della caccia onlus e l’associazione Animalisti hanno organizzato una manifestazione di protesta per venerdì 9 settembre alle 20.

Alcuni degli animali detenuti nel parcheggio del Friuli (© Diario di Udine)

UDINE – Com’era prevedibile, l’arrivo del Circo di Vienna in città non è passato inosservato tra le associazioni animaliste. La Lega per l’abolizione della caccia onlus e l’associazione Animalisti hanno organizzato un presidio per protestare contro l’utilizzo di animali nei circhi e per mettere in evidenza le irregolarità nella detenzione degli animali da parte del Circo di Vienna. L’appuntamento è per venerdì 9 settembre alle 20, un’ora prima dello spettacolo, nel parcheggio dello stadio Friuli. 

Una protesta simile andò in scena anche nel maggio 2015, quando in città arrivò il circo di Rolando Orfei. Anche questa volta ci saranno cartelli, bandiere e striscioni a difesa degli animali. Oltre che al modo in cui vengono tenuti e addestrati gli animali, a chi ha organizzato il presidio non piace il fatto che i circhi, ormai, stiano in piedi solo grazie a finanziamenti pubblici. «Soldi delle nostre tasse che finanziano questo tipo di spettacoli primitivi. Andrebbero privilegiati i circhi che mostrano solo  le abilità umane», sostengono.

Gli animalisti puntano il dito anche contro il Comune di Udine, che pur avendo adottato le linee guida Cites, a loro dire non fa abbastanza per salvaguardare gli animali.
«Il benessere di alcuni animali non è garantito – affermano gli animalisti – molte delle regole non sono rispettate e anche dopo la visita del veterinario, alcune delle disposizioni impartite non sono state messe in atto. E’ ora di finirla e venerdì contiamo sulla partecipazione popolare per dire basta al circo e allo sfruttamento degli animali».