La presentazione del libro

Tiramisù, un dolce tutto friulano

«Dobbiamo essere orgogliosi - si è raccomandato l'assessore Shaurli - per quanto a Pieris è nato il nome del Tiramisù e a Tolmezzo la ricetta che oggi tutti noi conosciamo».

Il tiramisù, un dolce made in Friuli (© Adobe Stock)

UDINE – Valorizzare il tiramisù come specialità nata in Fvg. L’obiettivo è dell’assessore alle Risorse agricole del Friuli Venezia Giulia, Cristiano Shaurli, intervenuto nella sede della Società filologica friulana, al convegno Tiramisù Vero Dolce Friulano.
Una posizione ribadita durante la presentazione di ‘Tiramisù Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato’, il libro di Clara e Luigi Padovani, quest'ultimo presente a Udine. A questo proposito, Shaurli ha ringraziato gli autori «perché il lavoro svolto è frutto di una oggettiva ed approfondita ricerca storica che chiarisce definitivamente alcuni passaggi importanti sulla nascita del Tiramisù e, senza campanilismi, evidenzia che il nome e la sua creazione sono patrimonio della nostra regione».

«Dobbiamo essere orgogliosi - si è raccomandato l'assessore - per quanto a Pieris è nato il nome del Tiramisù e a Tolmezzo la ricetta che oggi tutti noi conosciamo».
Massimo Percotto, dell'Accademia della cucina della delegazione di Udine, ha ricordato le due versioni della ricetta del nostro territorio, a Pieris e a Tolmezzo, e dell'uso di prodotti che provengono da altre terre (marsala, mascarpone, caffè) quale segno di un compendio di varie provenienze e civiltà.
«L'origine delle prime due preparazioni che hanno avuto il nome Tiramisù è prettamente friulana», ha chiarito Percotto.

Nel corso della presentazione è stata evidenziata la necessità di avviare iniziative per diffondere e promuovere la storia e il riconoscimento di un dolce friulano così amato da tutta Italia. All'incontro, moderato dal giornalista Renato D'Argenio, hanno partecipato anche lo chef Germano Pontoni e Roberto Zottar dell'Accademia della cucina della delegazione di Gorizia.