Giovedì 15 settembre

‘Spose bambine mai più’: se ne parla in un convegno

L’appuntamento è fissato alle 18 a palazzo Giacomelli

Violenza contro le donne, discriminazioni di genere, sono alcuni dei temi trattati a Udine (© AdobeStock | nastia1983)

UDINE - Una delle più persistenti disparità ancora esistenti al mondo è quella di genere e una di queste discriminazioni riguarda il diritto delle donne di scegliere se, quando e con chi sposarsi. Tuttavia, i matrimoni forzati trovano ancora legittimazione culturale e giuridica in vari popoli e nazioni, anche in Italia. È necessario, a livello legislativo, dunque, riconoscere i matrimoni forzati come una delle forme di violenza contro le donne. Di questo, ma anche di discriminazioni di genere in senso più ampio, si parlerà, giovedì 15 settembre alle 18 a palazzo Giacomelli (via Grazzano 1), in un convegno dal titolo ’Spose bambine: mai più matrimoni forzati’.

Il dibattito
L'appuntamento, organizzato dall'associazione La Tela e la Fidapa PBW sezione di Udine, in collaborazione con l'assessorato e la Commissione Pari Opportunità e la Casa delle Donne del Comune, sarà coordinato dall'assessora ai Diritti e Inclusione Sociale, Antonella Nonino e vedrà la partecipazione di Tiziana Dal Prà, presidente dell'associazione Trama di Terre di Imola, di Elisabetta Bergamini, notaio e professore associato di Diritto Internazionale all'ateneo friulano e di Mara Lessio, sostituto Commissario Ufficio Minori alla Questura di Udine. La partecipazione è libera fino ad esaurimento dei posti disponibili.