L'evento

Udine va di corsa, tutto pronto per la carica dei 1.900

Conto alla rovescia per la Maratonina che domenica 18 settembre si svilupperà per la prima volta sullo spettacolare percorso da Cividale del Friuli al capoluogo: keniani favoriti, tifo azzurro per Calcaterra.

Una delle passate edizioni della Maratonina (© Maratonina)

UDINE - Tutto pronto per la Maratonina Città di Udine. Domenica 18 settembre, con partenza alle 10 da Cividale del Friuli, si correrà la 17^ edizione della gara sulla classica distanza dei 21,097 chilometri. Gli iscritti hanno oltrepassato quota 1.900 (adesioni possibili sino a sabato alle 20 direttamente al gazebo del ritiro pettorali di via Mercatovecchio). Al via, atleti di 15 nazioni, a conferma del carattere d’internazionalità dell’evento. Un’atleta, l’ottima Haruna Takada, arriva persino dal Giappone. Keniani grandi favoriti. E in città, per tutti gli appassionati, c’è la StraUdine Bluenergy.  

Top Runners
Sono i keniani i grandi favoriti della 17^ Maratonina Città di Udine. L’atleta con il miglior accredito è Henry Kibet (1h02’31» di personale sulla distanza). Puntano al podio anche Dennis Kipkorir Rutoh (1h03’15») e Wilson Meli (1h03’33» in altura nel 2015). Curiosità per Edwin Kipchirchir Kemboi: è nato in Kenya, ma a metà del 2014 ha acquisito la cittadinanza austriaca e a giugno, dopo essere giunto tredicesimo nella qualificatissima maratona di Rotterdam (2h15’47»), ha partecipato alla mezza maratona degli Europei di Amsterdam. Correrà anche Giorgio Calcaterra, il più grande ultramaratoneta italiano di tutti i tempi. Nel suo palmarés, tre ori e due bronzi ai Mondiali della 100 chilometri su strada e 11 vittorie alla 100 chilometri del Passatore. In chiave friulana, da seguire Carlo Spinelli, Francesco Tamigi, Stefano Gotti e Alessio Milani. Tra le donne, pronostico per la ventunenne Pauline Eyapan (1h13’33»), stella emergente del Kenya. Ma valgono un piazzamento di prestigio anche la giapponese Haruna Takada (1h11’46» nel 2014, quest’anno 1h15’48») e le italiane Teresa Montrone (1h15’37»), sorella del canottiere Domenico, bronzo nel 4 senza all’Olimpiade di Rio, e Giorgia Morano (1h15’21»), oltre all’altra keniana Pauline Naragoi Esikon (1h19’00»). Tifo locale per Paola Dal Mas, Marta Pugnetti e Simona Rizzato.

Orari, percorso e blocchi stradali
Partirà alle 10 di domenica 18 settembre, dal palazzetto dello sport di Cividale del Friuli (in via Perusini), la Maratonina Internazionale Città di Udine, che nella sua 17^ edizione sperimenta un percorso del tutto inedito, destinato a toccare anche i Comuni di Moimacco e Remanzacco. L'ammassamento dei partecipanti inizierà alle 9.30: i pettorali potranno essere ritirati nell'area dello start, dalle 7.30 alle 8.30. Da ricordare che verrà predisposto (a cura della Saf) anche un servizio gratuito di trasporto dei corridori da Udine alla città ducale: gli interessati troveranno i bus dedicati in piazza I Maggio (partenza alle 7); per salire a bordo si dovrà esibire il pettorale di gara o la mail che attesta l'assegnazione dello stesso. Ceccarelli Gruop erogherà invece un servizio di trasporto degli indumenti degli atleti da Cividale a Udine, in piazza Venerio. L'ordinanza prefettizia di blocco delle arterie interessate dalla competizione prevede la sospensione della circolazione veicolare sul tracciato dalle 9.45 fino alle 12.45 (e comunque sino all’arrivo dell’ultimo concorrente ritenuto ancora in gara dai regolamenti sportivi); sul percorso della Maratonina sarà vietato il transito di qualsiasi veicolo che non sia al seguito della corsa, su entrambi i sensi di marcia. Le premiazioni si svolgeranno sul palco di piazza Libertà, a Udine, alle 12. I vincitori delle categorie senior e della StraUdine Bluenergy saranno proclamati alle 13, sul palco di piazza Duomo.