Martedì 20 settembre, alle 21

Al via il Cervignano Film Festival

Aprirà il festival il documentario “Per mano ignota”, del regista goriziano Cristian Natoli. Cerimonia di inaugurazione al teatro Pasolini. Mercoledì il dibattito con il giornalista Toni Capuozzo

Cervignano Film Festival inizia con grandi nomi del panorama nazionale (© Cervignano Film Festival)

CERVIGNANO - Si apre la quarta edizione del Cervignano Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi e videoclip, in programma a Cervignano del Friuli dal 20 al 25 settembre. Martedì 20 settembre, alle 21, al teatro Pasolini, ci sarà la cerimonia di inaugurazione alla presenza delle autorità. Alle 21.30 aprirà il festival il documentario del regista goriziano Cristian Natoli «Per mano ignota», dedicato alla Strage di Peteano.

Molti gli eventi
Parallelamente alla competizione saranno proposti incontri di approfondimento, seminari, matinée per le scuole, workshop, laboratori e tavole rotonde. Mercoledì 21 settembre, alle 10, alla Casa della Musica di Cervignano, proiezione del film «La leggenda del re pescatore», di Terry Gilliam (1991). La presentazione dell’opera sarà a cura di Anna Antonini, già insegnante di Didattica dell'immagine e della comunicazione alla facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università di Trieste. Dalle 16 alle 19, in Sala Aurora, proiezione di cortometraggi e documentari del concorso internazionale e della sezione dedicata ai film made in Friuli Venezia Giulia. Alle 21, Sala Aurora, appuntamento con uno degli eventi più attesi.

Gli ospiti
Moderati e introdotti da Alessandro Mezzena Lona, responsabile delle pagine della cultura e spettacoli del quotidiano «Il Piccolo», il giornalista Toni Capuozzo, l’antropologa Desirée Pangerc e la regista slovena Nadja Velušček si confronteranno sul tema «Cinema di frontiera, cinema di migranti». Le 21 opere che parteciperanno al concorso internazionale per cortometraggi e documentari – scelte tra le oltre 300 che hanno partecipato alla selezione – provengono da Italia, Francia, Spagna, Estonia, Finlandia, Romania, Georgia, Polonia, Bulgaria, Iran, Zambia, Cina e Giappone. Saranno valutate da una giuria presieduta da Nicoletta Romeo, già coordinatrice della Settimana della Critica al Festival di Venezia, oggi nota produttrice cinematografica (l’abbiamo vista a Cannes con «L’ultima spiaggia») e co-direttrice del Trieste Film Festival, il regista goriziano Cristian Natoli e Alberto Farina, storico del cinema, responsabile della programmazione per Rai Movie; suo l’eccezionale recupero del doppiaggio originale de «I cancelli del cielo» di Michael Cimino (1980), che sarà proiettato domenica 25 settembre, giornata di chiusura del festival, alle 20.30, al teatro Pasolini, nella versione estesa director’s cut.

Il programma è disponibile sul sito e sulla pagina Facebook del Festival.