Export in crescita verso il Paese sudamericano

Imprese friulane con la Cciaa in Messico e Texas

Missione multitappe in corso: primi incontri con i giovani professionisti del Fogolâr Furlan fondato lo scorso febbraio e con l’ambasciatore italiano. E incontri B2b partiti per le aziende del vino e dell’arredo

Il presidente Da Pozzo durante la missione in Messico (© Cciaa Udine)

UDINE - Messico e Texas: una doppia tappa, contigua, per la Camera di Commercio di Udine, che accompagna una delegazione di cinque imprese friulane nelle loro attività di internazionalizzazione, presentando l’economia del Fvg alle principali istituzioni, anche economiche, locali. L’arrivo a Mexico City ha visto come prima tappa l’incontro con Andrea Bertossi, Giovanni Candolini e Giovanni Paoletti, tre giovani friulani che lo scorso febbraio hanno fondato il locale Fogolâr Furlan. Una dozzina di affiliati all’avvio, che aumentano sempre più: si tratta della nuova generazione di Fogolârs di primo 'espatrio', reti di professionisti che sono un ponte anche con le nostre imprese. 

Protagoniste imprese dell'arredo e del vino
Il via ufficiale alla missione è stato quello in ambasciata italiana e gli incontri ufficiali che hanno fatto da corollario all’attività delle imprese: le tre del vino (Scarbolo, Castellargo e Cantina di Cormons) si sono preparate per la prima Borsa vini organizzata dall’Ice in Messico, tra seminari, degustazioni e presentazioni con un pubblico selezionato di clientela internazionale specializzata e giornalisti. Cantina di Cormons parteciperà anche all’analoga iniziativa, sempre la prima di questo tipo, organizzata dall’Ice a Bogotà in Colombia. Proprio l’istituzione della Borsa Vini è stata decisiva affinché la Camera di Commercio organizzasse la missione multitappe in quest’area, vista la grande potenzialità del mercato messicano e sudamericano per i nostri vini: una testa di ponte importantissima per aprire il canale della collaborazione economica anche su altri fronti. 
Nel frattempo le imprese dell’arredo (Blifase e Sedilcurvi) hanno portato avanti gli incontri bilaterali con controparti locali, che continueranno poi in Texas nei prossimi giorni, nella tappa di Houston. Il mercato texano è particolarmente favorevole per le imprese dell’arredo, che hanno ottime opportunità suscitate dal grande interesse verso il prodotto made in Italy. E si tratta di un mercato, a differenza di altri, negli States, non ancora «saturo» di prodotto italiano, dunque con potenzialità più che interessanti.

L'export verso il Messico è in crescita
L’interscambio commerciale tra Friuli Venezia Giulia e Messico, per quanto riguarda l’export, dopo alcuni anni negativi, è cresciuto fortemente negli ultimi due, pur essendo in 31esima posizione. La crescita è stata nel 2014-2015 addirittura del 52% ed è del 32% il dato provvisorio 2015-2016. Esportiamo verso il Messico soprattutto macchinari per impieghi generali e per impieghi speciali (23,5% e 13% dell’export), quindi articoli da coltelleria e ferramenta (7,7%) e mobili (7,6%).