Il sit in

Gli animalisti in piazza contro la caccia e in memoria del cane ucciso a Pasian di Prato

L’appuntamento è a Udine, in piazza Matteotti (San Giacomo), sabato 24 settembre dalle 10.30.

Animalisti in piazza contro la caccia (© Diario di Udine)

UDINE - Le associazioni Animalisti Italiani Onlus e Lega per l’Abolizione della Caccia Onlus indicono un sit-in di protesta contro la caccia e contro ogni forma di violenza e maltrattamento nei confronti degli animali, in memoria del povero cane barbaramente ucciso lunedì 19 settembre a Pasian di Prato da un cacciatore di 85 anni.

L’appuntamento è a Udine, in piazza Matteotti (San Giacomo), sabato 24 settembre dalle 10.30. La cittadinanza è invitata a partecipare: sarà l’occasione per ribadire il no alla caccia e per ricordare che l’incolumità di ognuno è messa seriamente a rischio finché ci saranno cacciatori liberi di sparare.

«Questo gravissimo episodio (ultimo di una lunga serie) - affermano li animalisti - deve farci rammentare che in Italia esistono 750 mila cacciatori con un’età media che supera i 70 anni e che hanno ottenuto la licenza di caccia in anni in cui non esistevano valutazioni di merito. Queste persone detengono armi potentissime e sono un vero e proprio pericolo per la società intera. Nel nostro Paese le vittime della caccia superano i morti sul lavoro. Uccidere per divertimento è un crimine e, come tale, non può che generare violenza. La stessa violenza - concludono - che ha ucciso il povero cane a Pasian di Prato, dopo averlo costretto a una vita umiliante e di sofferenze rinchiuso in una gabbia».