Al Salone del Gusto di Torino

Manfè (Masterchef Usa) boccia il 'kebab friulano'

Video messaggio su Facebook che stronca l'iniziativa della Regione. «Sarebbe stato meglio investire per promuovere i prodotti della nostra terra»

UDINE - Luca Manfè, l'ex campione della quarta edizione di MasterChef Usa, ha rivolto un videomessaggio al suo pubblico italiano, ma soprattutto friulano, attraverso la rete. Per le strade di New York City, lungo il tragitto per raggiungere il punto vendita di Eataly, dove sta portando avanti dei colloqui e alcune prove per caldeggiare il suo (nostro) amato frico, ha riversato attraverso Facebook il suo malumore alle notizie apprese in questi giorni dall'Italia: «Mentre la regione Friuli Venezia Giulia ha stanziato ben 90 mila dollari per promuovere il «famoso» Kebab friulano al Salone del gusto di Torino, che altro non è che un panino con la salsiccia, io e Matteo Rizzo di Udine, export manager del Frico Savio, stiamo lavorando per promuovere il frico in America».

Una presa di posizione netta quella di Manfè, contro le strategie di marketing adottate dalla giunta regionale: «Alla notizia che la Regione spende 90 mila euro per promuovere l'hamburger vegetariano e un panino con la salsiccia – ha poi rimarcato il cuoco di Aviano - mi sono girate altamente le eliche, come direbbe mio padre. E' già difficile far capire agli americani che cos'è il Montasio o il Prosciutto di San Daniele, poi però scopri che ci sono alcuni prodotti, nemmeno buoni o originali, che sono più pubblicizzati di quelli tipici friulani. Faccio dunque un appello alla Regione e al suo vicepresidente Bolzonello, che ammiro e apprezzo tantissimo: se vogliamo fare qualcosa di bello, bisogna promuovere i nostri prodotti locali, non cercare cose nuove». Così chiude il suo videomessaggio Manfè. 

Tutto nasce dalla decisione della Regione Fvg di sostenere la presenza del cosiddetto 'kebab friulano' al Salone del Gusto di Torino. Un panino formato dallo 'schultar' di Timau (spalla di maiale affumicata), pane arabo, cappucci freschi, mela verde, salsa aivar, pomodoro, maionese al cren.