+ 4,1% rispetto al 2015

Bilancio estivo: 2 milioni di veicoli sulle autostrade del Fvg

Il modello di gestione predisposto da Autovie in caso di incidenti, ormai collaudato, ha funzionato

Il modello di gestione predisposto da Autovie ha funzionato anche con un aumento del traffico (© AdobeStock | Yury Gubin)

UDINE - I segnali c'erano tutti. Festività tradizionali (Pentecoste, Ascensione, Festa della Repubblica Italiana) favorevoli ai ‘ponti’ e condizioni meteo positive, infatti, avevano fatto registrate un incremento notevole del traffico, incremento che è stato puntualmente confermato durante i mesi di luglio e agosto, mesi in cui le uscite ai caselli autostradali hanno superato i 2 milioni di veicoli (+ 4,1% rispetto al 2015).

L'autostrada A4
Super ‘gettonati’ è il caso di dirlo, i caselli balneari e la barriera di Trieste Lisert, il casello attraverso il quale passa la maggior parte del traffico diretto verso la costa dalmata. Rispetto alle estati precedenti, quest'anno i flussi di veicoli sono stati molto intensi non soltanto durante i venerdì, ma hanno interessato praticamente tutta la settimana. Code, rallentamenti e congestioni hanno caratterizzato soprattutto i sabati, come da tradizione, interessando l'autostrada A4 durante la fase di esodo.

La A23 invece?
Durante il controesodo. Sabato 27 agosto la coda, fra Udine Nord e il nodo di interconnessione di Palmanova ha raggiunto i 21 chilometri. Per fortuna non ci sono stati incidenti di rilevo, ma tanti micro-tamponamenti senza gravi conseguenze per le persone e questa è sicuramente una buona notizia.

Modello collaudato e funzionante
Il modello di gestione predisposto da Autovie, ormai collaudato, ha funzionato alla perfezione: i mezzi per il soccorso meccanico posizionati strategicamente sulla rete hanno permesso di intervenire con la massima rapidità, liberando così velocemente dai mezzi incidentati la carreggiata; il personale impegnato sui piazzali dei caselli più frequentati ha contribuito a mantenere ordinato e quindi più fluido il transito; i tecnici della manutenzione d'urgenza e della manutenzione impianti sono stati in grado di ripristinare guasti e anomalie in men che non si dica e la stretta collaborazione con la Polstrada ha consentito di gestire i by pass (sul canale youtube di Autovie è on line il filmato), ovvero il re-indirizzamento del traffico, con la massima efficacia.

Autovie 2.0
Cartina al tornasole dell'efficienza raggiunta, le proteste degli utenti, in costante calo anche grazie a un continuo e pressante lavoro di informazione per ricordare, a chi si mette in viaggio, che è meglio informarsi sulle condizioni della viabilità prima di partire. Strategica, da questo punto di vista, la app AutovieTraffic, scaricata da 59 mila 279 utenti. È lo strumento più utilizzato, insieme all'account Twitter, perché aggiorna in tempo reale anche chi è già partito. Gestire un volume di traffico così elevato non è un'impresa semplice, richiede professionalità e sangue freddo, perché l'imprevisto è sempre dietro l'angolo.