Da ottobre al via 'CamminaMenti...Le menti in cammino'

Invecchiare in salute e divertendosi: tre appuntamenti in città

Si comincia sabato 1 e domenica 2 ottobre con la 6^ edizione de 'La festa dei nonni', una due giorni tra spettacoli e prevenzione sanitaria organizzata da 50&Più e Comune. Al Palamostre ospite Fiordaliso

La presentazione dell'evento riservato agli over 50 (© Diario di Udine)

UDINE - Da un ricco programma di appuntamenti per tenere la mente allenata a occasioni di festa per rendere meritato omaggio ai nonni. Ma anche un convegno sugli approcci innovativi che possono essere promossi nelle case di riposo. Sono davvero tante le iniziative pensate per la promozione dell'invecchiamento attivo che il Comune di Udine, insieme a una nutrita squadra di associazioni, sta per mettere in campo nei prossimi mesi a partire da ottobre.

Si comincia con la Festa dei Nonni
Primo appuntamento, stavolta su due giorni, è l'atteso ritorno della ‘Festa dei Nonni’ in programma sabato 1 e domenica 2 ottobre. Come ormai da tradizione, la 50&Più Udine, l’associazione dei pensionati del commercio, propone un ricco menù di incontri pensati per il divertimento, ma anche nell’ottica della tutela della salute nella terza età. Ad affiancare l’associazione ci sono il Comune di Udine, che offre la sua collaborazione, e, come sponsor, la Fondazione Crup e il gruppo farmacie Apoteca.
Dopo le prime edizioni in cui i nonni si divertivano con i nipoti tra bocce e biciclette, l’organizzazione ha proposto serate di spettacolo, tra teatro e musica, al Palamostre di Udine in piazzale Diacono. Ci si ritroverà anche quest’anno, sabato 1 a partire dalle 18, per un gran varietà con la partecipazione della cantante Fiordaliso, di un comico friulano e della scuola Axis impegnata in un‘esibizione di danza.
Già alle 15, e fino alle 18, è però in programma nella sede della Ludoteca di via del Sale un incontro tra nonni e nipoti, con un simpatico omaggio per i presenti e la merenda offerta da Udine Mercati.

Domenica spazio alla prevenzione 
La due giorni, fa sapere il presidente dell’associazione degli anziani della Confcommercio Aldo Sbaiz proseguirà quindi domenica 2 ottobre con il ritrovo in piazza Libertà, spazio per animazioni, trucchi personalizzati per i bambini e giochi vari con l'animazione del Ludobus dalle 9 alle 11 e la merenda offerta sempre da Udine Mercati.
In contemporanea, in sala Ajace, medici, farmacisti aderenti al progetto Apoteca, Lega italiana contro i tumori e rappresentanti dell'associazione Insufficienti Respiratori di Udine, tratteranno argomenti in materia di prevenzione. Un’opportunità sulla linea delle diverse intese strette da 50&Più in modo da consentire agli associati un percorso di visite gratuite.
Successivamente, alle 11, sempre in Sala Ajace, presente il coro dell’Ute di Udine, si svolgerà la premiazione dei nonni che si sono distinti nei settori dell’economia, del volontariato e dello sport, tre nomi individuati nel mese di settembre con il concorso ‘Nonno più’ in collaborazione con il Messaggero Veneto.

Ritorna ‘Camminamenti…le menti in cammino’
Se, dunque, è tutto pronto per la due giorni all'insegna dei nonni, sta per prendere il via anche la nuova edizione di ‘Camminamenti…le menti in cammino’, il progetto con il quale l’ufficio Città Sane del Comune di Udine propone, in collaborazione con diverse realtà del territorio, un ampio pacchetto di percorsi gratuiti rivolti alle persone con più di 65 anni per mantenere la mente attiva e promuovere l’invecchiamento in salute.
Il progetto è promosso dal Comune di Udine – Progetto O.M.S. ‘Città Sane’, dall’AAS4 – Distretto di Udine e dall’associazione Alzheimer di Udine Onlus con la collaborazione di molti soggetti operanti sul territorio, a cui si aggiungono inoltre tanti cittadini che mettono a disposizione il proprio tempo per condividere le proprie conoscenze e abilità.

Ci sarà anche un convegno 
Ultimo, ma non certo in ordine di importanza, un convegno organizzato per sabato 22 ottobre dall'ASP La Quiete e dal Comune di Udine. Un appuntamento dal titolo ‘Non si smette di giocare perché si invecchia ma si invecchia perché si smette di giocare’, pensato per stimolare la riflessione e il confronto su approcci innovativi alle attività di animazione, intrattenimento e assistenza che possono essere promosse nella comunità o all'interno di strutture, case di riposo, eccetera.