Sicurezza

La polizia rafforza i controlli in Borgo Stazione

Controllate oltre 250 persone. Dimezzata la presenza di prostitute. Resta il problema dei fogli di via non rispettati

Un'immagine di Borgo Stazione (© Diario di Udine)

UDINE – Giro di vite della questura di Udine nella zona di Borgo Stazione. Negli ultimi giorni ci sono stati diversi controlli che hanno consentito di controllare oltre 250 persone. Passato al setaccio il ‘quadrilatero’ compreso tra via Leopardi e via Roma, con le verifiche che hanno interessato negozi, internet point, sale scommesse. Nel mirino anche le prostitute che da tempo affollano il quartiere, con il fenomeno, da quanto la polizia ha fatto sentire di più la sua presenza, che si è dimezzato.

Un marocchino di 33 anni è stato espulso per essere risultato irregolare sul territorio nazionale, mentre sono scattate sei denunce nei confronti di altrettanti stranieri per essere risultati inottemperante ai fogli di via. Complessivamente il personale della questura, in questi primi mesi del 2016, ha emesso 227 fogli di via, per la gran parte dei quali nei confronti di cittadini stranieri (soprattutto rumeni, afghani e pakistani). Ma non sempre è facile vedere rispettato questo provvedimento, visto che spesso le persone con un foglio di via vengono fermate due o tre volte prima di abbandonare la città o il Paese.

Un'intensificazione della presenza e dei controlli che è stata accolta positivamente da chi in Borgo Stazione ci vive e ci lavora.