Polemica a palazzo d'Aronco

Honsell smentisce l'assessore Pizza su via Leopardi

Il sindaco sulla ciclabile: «Ora non una priorità e ribadisco di non aver mai voluto eliminare nemmeno una panchina»

Una delle panchine di viale Leopardi (© Diario di Udine)

UDINE -  «Udine è sempre stata una città accogliente e non si sono mai volute attuare politiche che mirino a scacciare le persone che vogliono civilmente usare delle panchine. Io stesso mi ci sono seduto in passato proprio in quella via mentre aspettavo la corriera per andare a Lignano».
Così il sindaco di Udine, Furio Honsell, relativamente alle dichiarazioni rese dall'assessore comunale alla Mobilità e Ambiente, Enrico Pizza, che sulle pagine dei quotidiani locali ha annunciato la realizzazione di una pista ciclabile, con la rimozione di alcune panchine, e la sistemazione del verde in via Leopardi, la via del Borgo delle Magnolie al centro dei riflettori in questi giorni in tema di sicurezza.

«Si smentisce in modo categorico – chiarisce Honsell – quanto dichiarato dall'assessore Pizza relativamente al progetto di eliminare le panchine di via Leopardi a favore di una pista ciclabile. Si conferma invece l'importanza di avere dei luoghi di aggregazione negli spazi verdi. Certamente – spiega il primo cittadino – abbiamo intenzione, anche per rispondere alla richiesta del Questore, di mettere a punto un progetto di riqualificazione del verde urbano che preveda la potatura, ma non l'eliminazione, del verde, delle siepi in particolare, e che abbellisca in altri modi una strada che è già molto bella».

In merito alla pista ciclabile o ciclopedonale il sindaco tiene a precisare inoltre che «anche se in un lontano passato c'era stata un'ipotesi di realizzare in via Leopardi una ciclabile che collegasse piazzale D'Annunzio con piazzale della Repubblica, oggi quel progetto non è assolutamente più la priorità. Questa era un'ipotesi che l'assessore aveva preso in considerazione – conclude Honsell –, ma da questa giunta non è mai stata né discussa né ripresa».