L’apertura il 30 settembre

I Piombi: cambiano gestione e look

L’idea alla base è quella di fondere una grande birreria e una ristorazione di qualità, dando vita a una sorta di moderna Brasserie con una particolare attenzione per i prodotti tipici del territorio e sempre salda alle radici proprie di un locale storico

I Piombi riaprono e si vestono di nuovo (© Diario di Udine)

UDINE – È arrivato il grande giorno. Il 30 settembre aprono i Nuovi Piombi. Nuovi, sì, perché lo storico locale di via Manin, a Udine, è stato acquisito da un gruppo di esperti del settore che hanno voluto ridargli nuova linfa anche grazie a una rinnovata veste nell’arredamento.

I nuovi gestori
Gabriele Gobbo, Lorenzo Canderan e Gabriele Moretto, i nuovi titolari - che vantano una lunga esperienza nella gestione e organizzazione di locali - hanno scelto di unire le forze per dare forma a un progetto nuovo e al contempo ambizioso.

La moderna Brasserie
L’idea alla base è quella di fondere una grande birreria e una ristorazione di qualità, dando vita a una sorta di moderna Brasserie con una particolare attenzione per i prodotti tipici del territorio e sempre salda alle radici proprie di un locale storico come i Piombi.  «Per noi è davvero entusiasmante poter portare in centro città le nostre esperienze sul campo - spiegano Canderan, Gobbo e Moretto in una nota apparsa anche sulla pagina ufficiale del locale - forse è stato il destino a farci incontrare, ma ci siamo capiti fin da subito e condividiamo gli stessi obiettivi. È stato davvero naturale per noi puntare ad uno dei più famosi locali della regione per realizzare il nostro progetto e I Piombi hanno le caratteristiche giuste per svolgere un ottimo lavoro di squadra».

Cosa attendersi?
Una cucina dai sapori autentici delle eccellenze friulane, una selezione di grandi birre belghe e tedesche ma anche artigianali e nostrane. Il locale sarà aperto per cena e per il dopocena, ma anche a pranzo: l’intento è quello di far sentire i clienti come a casa offrendo loro un menù vario e sempre nuovo. Previsti inoltre anche eventi culinari e culturali, degustazioni e l’immancabile diretta di sportiva. Non resta che provare!