Impegnate anche unità cinofile

Escursionista disperso sul Monte Brancot

Dalla mattinata di domenica sono in corso le ricerche di un 70enne originario di Cavazzo. Impegnati le squadre del Soccorso alpino

Soccorso alpino impegnato nelle ricerche (© Diario di Udine)

CAVAZZO - Sono iniziate domenica mattina alle 9, sotto la pioggia, le ricerche sul Monte Brancot (Prealpi Carniche) di un uomo di 70 anni originario di Cavazzo, P. O.. L’allerta è stato dato stamattina da un cacciatore che ha notato già dallo scorso giovedì un’automobile ferma alla partenza del sentiero che conduce alla cima del monte, sul tratto che congiunge Bordano a Interneppo, una Polo Wolfswagen grigia, e che ha allertato i carabinieri di Tolmezzo.

L’uomo vive da solo ed è per questo che nessuno si era accorto della sua assenza. Sul posto ci sono ora quattro unità cinofile e trenta uomini tra quelli di Soccorso Alpino (coordinati dal capostazione di Gemona), Sagf di Tolmezzo, Sagf di Sella Nevea, Vigili del Fuoco e Forestale regionale. Sono stati perlustrati i sentieri e le zone adiacenti al Brancot, inclusi alcuni affacci su ripidi canali, dove l’ambiente è molto impervio.

L’uomo, appassionato di fotografia, potrebbe infatti aver cercato punti di vista e scorci particolari. Le ricerche si stanno direzionando verso ovest sul versante di Alesso, dove ieri è avvenuto l’ultimo agganciamento della cella telefonica, proprio dal ripetitore di Alesso.