Mercoledì 5 ottobre

A“Dialoghi in biblioteca” l'ultimo lavoro di Antonella Sbuelz

A presentare il volume, edito quest'anno a Rimini da ‘Raffaelli editore’ saranno, oltre l'autrice, Marisa Sestito, docente all'ateneo friulano, e il giornalista Paolo Medeossi

Alla biblioteca comunale Joppi di Udine torna Dialoghi in biblioteca (© AdobeStock | Masson)

UDINE - «Della poesia della Sbuelz mi colpisce il risultare antica e nuova, calibrata e estrema, intima e pubblica. Significa che la energia che la abita e muove ha radici che propagano in molta vita, molta osservazione, molto lavoro autentico di sguardo poetico». Così, Davide Rondoni, scrive nella prefazione alla raccolta de ‘La misura del vicino e del lontano’ di Antonella Sbuelz, al centro del prossimo appuntamento, mercoledì 5 ottobre, alle 18 dei 'Dialoghi in biblioteca', come sempre organizzati dalla biblioteca comunale Joppi di Udine e dall'assessorato alla Cultura.

L’autrice
A presentare il volume, edito quest'anno a Rimini da ‘Raffaelli editore’ saranno, oltre l'autrice, Marisa Sestito, docente all'ateneo friulano, e il giornalista Paolo Medeossi. Antonella Sbuelz vive a Udine, dove è nata e insegna in un liceo. È autrice di raccolte poetiche (Transitoria, 2011, è l’ultima), saggi critici, racconti e romanzi, fra cui Il movimento del volo (2007) e Greta Vidal (2009). Alla sua produzione letteraria sono stati attribuiti numerosi premi, tra cui l’«Alda Merini» (2014) e il «Laurentum» (2015) per la poesia.