Cronaca | Dopo lo stadio, si attende il restyling del Carnera

Musica: Udine ancora esclusa dai grandi concerti

Tra il 2007 e il 2012 per il capoluogo friulano passarono i grandi nomi della musica internazionale. Poi più nulla, con i tour che finirono a Trieste, Lignano o Cividale. Ora il Comune tenta di riportare in città il meglio della musica

Lo stadio Friuli strapieno per il concerto dei Coldplay
Lo stadio Friuli strapieno per il concerto dei Coldplay (Regione Friuli Venezia Giulia)

UDINE – Una regina relegata al ruolo di Cenerentola. La città di Udine, ormai, da anni non riesce più ad attrarre i grandi nomi della musica internazionale. E pensare che tra il 2007 e il 2012 il capoluogo friulano ebbe il privilegio di ospitare star indiscusse come Madonna, Bruce Springsteen, Coldplay, Red Hot Chili Peppers, Bon Jovi, Ac/Dc, Metallica. Poi con l’avvio dei lavori per il nuovo stadio e con la mancanza di un palazzetto dello sport adeguato (il nuovo Carnera sarà disponibile solo alla fine del 2016), la città, suo malgrado, è uscita dal giro.

Così i grandi nomi sono approdati in altre città della regione. A fare man bassa di star, negli ultimi anni, è stata Trieste, seguita da Lignano e Cividale. Mika, Alvaro Soler, Ligabue, Santana, Vasco Rossi e, nel 2017, Tiziano Ferro e la coppia del momento, J Ax – Fedez, si esibiranno lontano da Udine. Qual è, se c’è, il problema del capoluogo friulano? La speranza è che nel 2017 o al massimo nel 2018, con il palazzetto Carnera in ordine e il gioiellino Friuli a disposizione, i grandi concerti possano di nuovo fare tappa in città. 

Il Comune ci sta tentando, con la pubblicazione di un avviso in scadenza proprio in questi giorni. Si cerca qualcuno interessato a programmare concerti e spettacoli negli spazi cittadini: lo stadio e il Carnera in primis, ma anche l’area del Castello e, perché no, piazza Primo Maggio. Ce la farà Udine a tornare protagonista della musica con la ‘m’ maiuscola? C'è un'intera città che ci spera e che, probabilmente, se lo merita!