La gioia di Fontanini

Nominato cardinale il vescovo di Zuglio, Mario Zenari

Dal 1967, infatti, l'antica Iulium Carnicum è una sede vescovile, retta, come accennato, da Zenari, nunzio apostolico in Siria. L'annuncio di Papa Francesco domenica 9 ottobre

Monsignor Mario Zenari, (© YouTube)

ZUGLIO - L'arcivescovo titolare della pieve di San Pietro di Zuglio, monsignor Mario Zenari, è stato nominato cardinale. Dal 1967, infatti, l'antica Iulium Carnicum è una sede vescovile, retta, come accennato, da Zenari, nunzio apostolico in Siria. 

Una notizia accolta con favore dal presidente della Provincia di Uidne, Pietro Fontanini. «Apprendiamo con gioia della nomina a cardinale dell’arcivescovo titolare della pieve di San Pietro di Zuglio monsignor Mario Zenari. Un annuncio che sicuramente anche la Carnia ha accolto con altrettanta emozione. Sua eminenza Mario Zenari tiene in particolar modo al suo titolo di vescovo facendo visita annualmente alla sua pieve». E’ il commento entusiastico del presidente della Provincia di Udine per la nomina annunciata ieri da Papa Francesco, investitura che tocca il Friuli ma in particolare la Carnia.

Il titolo di arcivescovo della pieve di San Pietro di Carnia è un titolo canonico senza giurisdizione territoriale espressione della continuità onorifica data dalla Chiesa, dopo l’VIII secolo, ininterrottamente a un vescovo. Da oltre dieci anni questo onore è stato conferito all’arcivescovo Mario Zenari (da Villafranca di Verona, 70 anni compiuti il 5 gennaio scorso) che sente particolarmente significativo questo titolo, nomina collegata canonicamente alla già sede vescovile di San Pietro di Carnia.