Davanti a un pubblico di 300 persone

Asta di bovine a Tolmezzo: 20 capi aggiudicati

Buon successo per l'iniziativa organizzata dall'Associazione allevatori Fvg. I prezzi delle offerte hanno oscillato tra i 1.100 euro e i 1.800 euro

Un'immagine dell'asta bovina di Tolmezzo (© Allevatori Fvg)

TOLMEZZO - Buon successo per l’asta di bovine da riproduzione organizzata a Tolmezzo dall’Associazione allevatori Fvg. Al centro aste della cittadina carnica si sono ritrovati oltre 300 allevatori per tentare di accaparrarsi alcuni dei migliori esemplari tra quelli recentemente rientrati dall’alpeggio. Capi dunque con alto indice di rusticità, in qualche caso pure in stato interessante.

Dei trenta partecipanti, 20 sono stati acquistati dopo svariati rilanci fino al prezzo record raggiunto da uno di questi pari a 1.800 euro. Gli altri sono stati aggiudicati da 1.100 euro in su. L’appuntamento è di quelli cari agli allevatori. Specie della zona montana. Perché ormai è unico nel suo genere a livello regionale e perché consente a chi vende e a chi compra di procedere al rinnovamento del proprio patrimonio bovino con capi che come detto hanno un elevato grado di rusticità a differenza di quelli che trascorrono tutta la propria vita chiusi in stalla.

Soddisfatto il direttore dell’AaFvg, Andrea Lugo: «E’ stata un’asta movimentata, vivace, con più gente del solito anche grazie all’impegno organizzativo profuso dai dipendenti dell’associazione che tengo a ringraziare. Nel Friuli di 20 anni fa - ha concluso il direttore - l’asta era un appuntamento tradizionale che con la crisi progressiva della zootecnia è andato via, via scomparendo. In Carnia lo teniamo vivo, collocandolo alla fine dell’alpeggio, con riscontri sempre positivi come dimostrano le 300 persone che sono accorse oggi a Tolmezzo».