I friulani sconfitti per 2 a 1

L'Udinese perde ma esce a testa alta dallo Juventus Stadium

Le parole di mister Delneri, che comincia a dare la sua impronta alla squadra. "Penso che questa squadra abbia qualità: non meritavamo di perdere"

I giocatori dell'Udinese a Torino (© Udinese)

TORINO - La Juventus batte l'Udinese per 2-1 nel terzo degli anticipi del sabato dell'ottava giornata di serie A. I bianconeri vincono in rimonta, perché gli ospiti vanno in vantaggio con Jankto, complice un errore di Buffon. Poi però Dybala trasforma in modo esemplare una punizione dal limite, e nel secondo tempo trasforma il rigore concesso dall'arbitro per un fallo di De Paul su Alex Sandro. Con questo successo la Juve va a 21 punti, e mantiene 5 punti di vantaggio sulla Roma che dopo il successo di Napoli è seconda da sola. I bianconeri restano a 7 punti, ma dei miglioramenti, soprattutto nell’atteggiamento, si sono visti.

«Se facevamo almeno un punto era meglio, ma già fare paura alla Juventus è stato un bel risultato. I giocatori affrontavano un momento particolare, ho cercato di dare un po' di motivazione: dobbiamo costruire il nostro campionato con più fiducia, con i giovani che abbiamo». Così Gigi Delneri dopo la sconfitta con la Juventus. «Ho cercato di dare indicazioni normali, ma penso che questa squadra abbia qualità - dice ancora l'allenatore del team friulano -: non meritavamo di perdere, per quello che si è visto in campo e anche per qualche situazione che si è vista in area di rigore. Abbiamo prodotto anche delle belle trame in alcune situazioni, da questo punto di vista sono contento nonostante il fatto che ce ne torniamo a Udine senza punti. Quando saremo a posto, con tutti gli effettivi a disposizione - conclude Delneri -, potremo dare molto a livello di intensità e anche di risultato».