Eventi & Cultura | Il 22 ottobre

Fuori programma per Assorifugi: un evento di chiusura al Pelizzo

Salvo poche eccezioni e se il tempo si manterrà stabile, la maggior parte dei rifugi chiuderà i battenti entro i primi quindici giorni di ottobre. Farà eccezione il rifugio sotto la cima del Monte Matajur

L'esterno del Rifugio Pelizzo dove si svolgerà la festa conclusiva della stagione scoppiettante di Assorifugi
L'esterno del Rifugio Pelizzo dove si svolgerà la festa conclusiva della stagione scoppiettante di Assorifugi (Assorifugi)

CIVIDALE - Si è conclusa ufficialmente a settembre la stagione di eventi ‘Note e parole in rifugio’ 2016 promossa da Assorifugi con un ottimo successo di pubblico. I dieci appuntamenti all’insegna della musica e della cultura in calendario quest’anno hanno fatto da calamita per amanti della cultura, della musica e della montagna, con un buon numero di affezionati che han seguito gran parte degli eventi proposti e con una punta di 250 spettatori al concerto del trio Kythara al Rifugio Giaf (Forni di Sopra) del 17 luglio.

Novità 2016 al Pelizzo
Salvo poche eccezioni e se il tempo si manterrà stabile, la maggior parte dei rifugi chiuderà i battenti entro i primi quindici giorni di ottobre. Ma quest’anno, fuori programma, ci sarà il 22 ottobre un evento: la festa ufficiale di chiusura al Rifugio Pelizzo, sotto la cima del Monte Matajur. «Inviteremo nuovamente – spiega il presidente di Assorifugi, Stefano Sinuello - i musicisti Paola Chiabudini e Aleksander Ipavec, che eseguiranno un concerto con musiche di varie epoche, dal Rinascimento ai nostri giorni. con il clavicembalo e con l’incredibile organo portativo di Leonardo, cosiddetto perché da lui stesso progettato. Abbiamo invitato tutti i rifugisti della regione e sarà un’occasione per incontrarli tutti assieme per un arrivederci al 2017».

È un momento d’oro per i rifugi alpini
Sempre più siti speciali e ricercati per lo svolgersi di eventi decontestualizzati dagli scenari urbani abituali. «Siamo soddisfatti - racconta Sinuello - perché la scelta di accostare cultura e enogastronomia si è rivelata proficua. Dobbiamo molto anche alla collaborazione con l’Ersa, che ogni volta promuove assieme a noi i prodotti degli alpeggi». Il Girarifugi, l’iniziativa a metà tra gioco e sfida che premia chi raggiunge tutti i rifugi partecipanti, è un richiamo sempre molto attraente per le famiglie, ma non solo. I curatori di Note e Parole sono già al lavoro per la stagione 2017: «Tra gli ospiti della prossima stagione stiamo puntando a Marco Paolini e Maurizio Ravalico, percussionista di Jamiroquai e Paul McCartney», mentre si intensificherà il rapporto stretto tra libri, cinema e teatro già rimarcato quest’anno da Luciano Santin.