Natale 2016

XX Settembre San Giacomo illuminate da Sereni Orizzonti

L'azienda di Massimo Blasoni scende in campo per dare manforte ai commercianti, in difficoltà con la raccolta delle quote per le luminarie

Luci di Natale a Udine (© Diario di Udine)

UDINE – I commercianti del centro città partecipano poco volentieri alla raccolta delle quote ‘pro luminarie’ lanciata da Confcommercio e UdineIdea? Ci pensa Sereni Orizzonti con il suo azionista di riferimento, Massimo Blasoni, a scendere in campo per garantire Natale illuminato ai cittadini di Udine. Lo scorso anno era stato l’intervento di Bluenergy a sopperire alle mancanze dei commercianti: per questo 2016, invece, sarà Sereni Orizzonti a garantire le luci in piazza XX Settembre e in piazza San Giacomo. «Vorrei regalare alla mia città un Natale più luminoso», queste le parole di Blasoni, a capo dell’azienda leader nel settore della costruzione e gestione di Residenze Sanitarie per anziani in Italia.

Le parole di Massimo Blasoni
Le nuove illuminazioni sono un regalo che l’imprenditore ha voluto fare alla sua città. «Oltre a dare visibilità al territorio vogliamo fare qualcosa di concreto. Udine ha bisogno di rilancio – spiega Blasoni – e regalare un’atmosfera natalizia più luminosa alla città ci è sembrato un passo importante verso tutti i commercianti e tutti i cittadini che nei prossimi mesi invaderanno il nostro centro storico per gli acquisti di Natale». Una motivazione aggiuntiva che ha spinto la società friulana è sicuramente anche palazzo Kechler, maestoso palazzo affacciato su piazza XX Settembre, di proprietà della Sereni Orizzonti. «E’ un’iniziativa che darà beneficio all’intera città, continua l’imprenditore. Natale è per eccellenza la festa dei bambini che amano vivere l’atmosfera natalizia in città. Piazza San Giacomo, ad esempio, è un simbolo di ritrovo e di festa, pensarla spenta non avrebbe suscitato in loro quella gioia genuina della quale sembra siano capaci soltanto i bambini».

L'appello agli altri imprenditori
Infine, l’invito di Massimo Blasoni ad altri imprenditori «perché occorre una sterzata che faccia uscire il capoluogo dal lento declino a cui pare consegnato da anni. Combattere una crisi che ha svuotato il centro storico cittadino con un enorme turnover di aperture e chiusure di attività commerciali nelle vie più centrali. Questo Natale più illuminato, conclude Blasoni, deve essere un segnale di ripresa e di rilancio per la città».
L’appuntamento per l’accensione delle luminarie è già fissato per sabato 19 novembre. L’imprenditore friulano sarà presente alla cerimonia al fianco delle autorità cittadine.