Nel 2015 accontentati 461 giovani

Sport: il Comune finanzia le famiglie che fanno fare sport ai propri figli

Anche quest'anno l'amministrazione comunale erogherà un contributo pari al 50% e fino a 150 euro per le spese sostenute dalle famiglie a basso reddito per l'iscrizione di ciascun figlio a una disciplina sportiva

Il Comune sostiene l'attività sportiva dei bambini (© Diario di Udine)

UDINE - Nella stagione 2015-2016 ha contribuito concretamente alle spese di iscrizione a una disciplina sportiva di 461 giovani. A fronte del grande riscontro ottenuto nella prima edizione, il Comune di Udine promuove per il secondo anno consecutivo il progetto ‘Far sport – Oltre la crisi’. Anche quest'anno quindi l'amministrazione comunale erogherà un contributo pari al 50% e fino a 150 euro per le spese sostenute dalle famiglie a basso reddito per l'iscrizione di ciascun figlio a una disciplina sportiva. Il beneficio è rivolto ai bambini e ai ragazzi tra i 5 e i 17 anni e alle famiglie con una certificazione Isee fino a 12 mila euro relativamente all'iscrizione a qualsiasi attività sportiva a pagamento con la sola esclusione di quelle organizzate direttamente all'amministrazione comunale. Le domande possono essere presentate fino al 30 novembre attraverso il portale E.Civis (lo stesso utilizzato per la refezione scolastica, il doposcuola e i centri estivi comunali), accessibile con le modalità indicate sul sito del Comune all'indirizzo www.comune.udine.gov.it.

Lo scorso anno concessi contributi a 461 giovani
Complessivamente nella stagione sportiva 2015/2016 sono stati erogati contributi a 461 giovani, 279 maschi e 182 femmine. L’età dei beneficiari del contributo varia fra i 5 e i 17 anni con una netta prevalenza dei minori frequentanti la scuola primaria (6-11 anni). Le famiglie hanno scelto 82 società sportive del territorio, privilegiando il calcio (165 domande), le arti marziali e la pallavolo (51 domande), la pallacanestro (49) e il nuoto (42). In misura minore vengono praticate altre attività sportive quali danza, ginnastica, atletica, pattinaggio, rugby, scuola di circo, baseball, parkour, pesistica, scherma, skateboard, tennis e ping-pong. Rispetto allo scorso anno in questa edizione la procedura per richiedere il beneficio è stata semplificata: alla domanda vanno allegati infatti, in formato jpeg o pdf, solamente l'attestazione della società sportiva di effettiva frequenza del corso da parte del giovane ovvero, qualora il pagamento avvenga contestualmente all'iscrizione, copia della ricevuta, e la certificazione Isee ordinaria in corso di validità (è sufficiente la prima pagina con l'indicazione dell'importo e dei componenti il nucleo familiare).

Le parole dell’assessore Basana
«Visto il successo che ha riscosso il bando nella passata edizione – sottolinea l’assessore allo Sport, all'Educazione e agli Stili di vita, Raffaella Basana –, stiamo andando nella giusta direzione  grazie anche al sostegno economico di Amga Energia e Servizi - società del gruppo Hera e alla Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia - Banca del gruppo Intesa spa. Colgo l'occasione per ringraziare i nostri sponsor per il concreto e prezioso aiuto che danno alla realizzazione di questo progetto, così come le associazioni sportive che collaborano all'iniziativa. Un progetto nato per contrastare le conseguenze della crisi economica che ha colpito le nostre famiglie negli ultimi anni, rischiando di far rinunciare i giovani a praticare uno sport, impoverendo il loro spazio sociale e l’opportunità di svolgere una sana attività fisica».

Come presentare la domanda
Per tutti coloro che necessitano di assistenza per la compilazione e l'invio della domanda sono disponibili due postazioni con operatore al Punto incontro giovani di viale Forze Armate 6 (il lunedì dalle 16 alle 18.30, il martedì, mercoledì e giovedì dalle 16 alle 19, tel. 0432 582109) e all'Informagiovani (il lunedì dalle 15 alle 18, il mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13, tel. 0432 292329). A queste si aggiungono poi tutte le postazioni informatiche dei Centri Pasi presenti nelle biblioteche di circoscrizione in via Joppi 68, via Chinotto 1, via Martignacco 146, viale Forze Armate 4, via Pradamano 21, via Veneto 164, via Santo Stefano 5, via Piemonte 84/7.
Il progetto ‘Far sport – Oltre la crisi’ è stato realizzato grazie alla collaborazione delle associazioni sportive locali e con il sostegno economico di Amga Energia & Servizi srl e della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia gruppo bancario Intesa Sanpaolo spa. Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio Progettazione Sport e Movimento, in viale Ungheria 15  (tel. 0432 1272800, e.mail: sportemovimento@comune.udine.it).