Finisce 74 a 71 per la Unieuro

Sconfitta al fotofinish a Forlì per la Gsa Udine

Una vittoria, quella romagnola, tutto sommato meritata, visto che i padroni di casa, fatta eccezione per le battute iniziali del primo e dell’ultimo quarto, è stata sempre davanti nel punteggio

Un'azione di gioco della sfida tra Forlì e Udine (© Facebook Forlì)

UDINE - La Gsa Udine perde al foto-finish una gara tiratissima (e bruttina) con l’Unieuro Forlì. Una vittoria, quella romagnola, tutto sommato meritata, visto che i padroni di casa, fatta eccezione per le battute iniziali del primo e dell’ultimo quarto, è stata sempre davanti nel punteggio, condotta da una coppia di americani (la guardia Blackshear ed il lungo Crockett) che, almeno in questo frangente, hanno vinto nettamente il confronto con gli stranieri della formazione friulana (Okoye 5/16 e Ray 5/17 al tiro). Per Udine, invece, bene la vecchia guardia formata da Vanuzzo, Pinton e Castelli la cui voglia di vincere, forse fortificata dal successo sulla stessa Forlì di soli 4 mesi fa a Montecatini nello spareggio promozione, ha consentito ai bianconeri di sfiorare comunque la vittoria.

La Gsa parte con il quintetto di domenica scorsa cioè con Traini, Truccolo, Okoye, Castelli e Cuccarolo. L’inizio è scoppiettante da ambo le parti con azioni veloci sulle quali Udine ha, per, qualche difficoltà a chiudere senza fare fallo (subito due a testa per Truccolo e Cuccarolo). Udine mette per un attimo la testa avanti con Castelli ed una tripla di Truccolo (4-5), ma poi i padroni di casa realizzano un parziale di 7 a 0 (11-5) trainata dai due americani Crockett e Blackshear con coach Lardo che chiama time-out per vederci chiaro. Con Okoye ed anche Ray, che subentra a Truccolo, che in attacco combinano poco, tocca a Castelli prendersi sulle spalle l’attacco dei bianconeri ed è il piemontese con un canestro da sotto ed una a tripla a riavvicinare i friulani (11-10). Nemmeno il tempo di provare il sorpasso che Forlì  torna a suonare la carica con Rotondo e Crockett che sotto canestro riescono a realizzare con una relativa facilità (16-10). Primi canestri stranieri per la Gsa con Okoye che schiaccia un assist di Ray (16-12), mentre la guardia di New York va finalmente a referto solamente nei secondi conclusivi del tempo con due liberi (21-14).

Nel secondo quarto, dopo un iniziale equilibrio, la Gsa, con Pinton, Okoye e Ray, rompe gli indugi e piazza un promettente parziale di 8-0  (25-23). Anziché completare il sorpasso, gli udinesi si rilassano e vengo subito punti dai padroni di casa con Rotondo  che segna da sotto, Vico in contropiede,  Bonacini (con Traini che commette due falli in un amen ed esce praticamente dalla partita) ai liberi ed il solito Blackshear: è 33 a 23 per i padroni di casa. Castelli prima e Ferrari riesco a limitare il passivo e le due squadre vanno al riposo sul punteggio di 36 a 29.

Nel terzo quarto, Forlì raggiunge il massimo vantaggio con un’azione da tre punti di Crockett (42-31), ma poi è essa stessa a batture all’aria alcuni facili canestri (clamoroso un errore da sotto di un liberissimo Rotondo), consentendo alla Gsa di rifarsi sotto con, finalmente, Ray e Ockey sugli scudi, anche se è Vanuzzo con una tripla e con un canestro da sotto a fissare il -2 per Udine (51-49).

Ultimo quarto infuocatissimo  che vede la Gsa partire bene e andare in vantaggio. L’operazione è compiuta sempre dalla premiata coppia Vanuzzo (tripla) e Pinton (tiro dalla distanza), cui si aggiunge anche Ferrari. I bianconeri volano a +5 (51-56) e sembrano avere ribaltato l’inerzia dell’incontro. Invece no, Udine sbaglia un paio di azioni offensive (fallo in attacco di Nobile e contropiede buttato via da Okoye e Vanuzzo) e Forlì non si  fa pregare e riapre il fuoco dell’artiglieria. Blackshear, Infante e Vico (bomba) riportano in vantaggio i padroni di casa (58-56). Nonostante un fallo tecnico fischiato a Vico, Forlì è brava a rimanere avanti nel punteggio costringendo Udine a cercare il fallo sistematico per cercare di recuperare negli ultimi minuti di gioco. E quasi ce la fa. Sul 70 a 65 e 18 secondi da giocare, Vanuzzo insacca ben due bombe portando Udine a -1 (72-71), i padroni di casa sono però precisissimi ai liberi con Blackshear (74-71), ma nell’ultima azione il tiro dalla distanza di Ray non si infila nella retina per la gioia dei padroni di casa. E se avesse tirato Vanuzzo?
 

UNIEURO FORLI’ – GSA UDINE 74-71 (21-14, 36-29, 51-49, 74-71)
UNIEURO FORLì: Crockett 19, Blackshear 21, Paolin 2, Infante 4, Bonacini 3, Vico 13, Thiam n.e., Ferri 7, Pierich, Rotondo 5. All.: Garelli. Note: tiri liberi 14/18, tiri da due 24/42, tiri da tre 4/17.
GSA UDINE: Ray 14, Castelli 11, Pinton 9, Nobile, Okoye 10, Vanuzzo 14, Traini 2, Ferrari 6, Cuccarolo 2, Truccolo 3, Diop n.e.. All.: Lardo. Note: tiri liberi 8/11, tiri da due 21/42, tiri da tre 7/26.