In Largo Carlo Melzi,

A Udine va in scena la protesta dei lavoratori del Legno-Arredo

Una cinquantina di persone che con bandiere, striscioni e slogan si è fatta sentire sotto la sede di Confindustria a causa del mancato rinnovo del Contratto di lavoro nazionale

La protesta davanti a palazzo Torriani (© Diario di Udine)

UDINE – E’ andata in scena anche in Largo Carlo Melzi, a Udine, la protesta dei lavoratori e delle lavoratrici del settore Legno, Arredo e Industria. Una cinquantina di persone che con bandiere, striscioni e slogan si è fatta sentire sotto la sede di Confindustria Udine.

A motivare la manifestazione, il mancato rinnovo del Contratto nazionale, scaduto da 7 mesi, oltre alla richiesta di una maggiore tutela dei diritti e dei salari. «Ci chiedono di lavorare in modo precario, senza alcun aumento salariale definito e senza alcun orario definito – si legge in uno dei volantini della protesta –. Noi diciamo che diritti e salari non si tagliano. Per questo abbiamo interrotto la trattativa per il rinnovo del Ccnl proclamando lo sciopero e il blocco dello straordinario»

Una protesta pacifica ma piuttosto rumorosa, tenuta sotto controllo dalle forze dell'ordine. Inevitabili i disagi al traffico in quella parte della città. 

La protesta davanti a palazzo Torriani

La protesta davanti a palazzo Torriani (© Diario di Udine)

La protesta davanti a palazzo Torriani

La protesta davanti a palazzo Torriani (© Diario di Udine)