In collaborazione con il Municipio 3 del capoluogo lombardo

Le fattorie del Fvg in ‘visita’ a Milano!

Nel corso della manifestazione circa 270 alunni delle scuole primarie hanno partecipato alle attività realizzate dalle fattorie che hanno coinvolto i bambini in laboratori, attività ludico ricreative e nel grande gioco dell'oca. Nei pomeriggi gli stand sono rimasti a disposizione del pubblico per assaggi e acquisti di prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia

Cristiano Shaurli (Assessore regionale Risorse agricole e forestali) all'incontro "La fattoria a scuola a Milano – Le fattorie didattiche e sociali del Friuli Venezia Giulia incontrano le scuole di Milano", alla Rotonda della Besana (© )

UDINE - «La manifestazione ideata per promuovere la ruralità della nostra regione attraverso le fattorie didattiche, ci ha permesso di far conoscere, in sinergia con le istituzioni lombarde, il Friuli Venezia Giulia, i suoi prodotti e le sue peculiarità in uno splendido contesto, a due passi dal centro di Milano». Lo afferma l'assessore regionale alle Risorse agricole Cristiano Shaurli, sottolineando il bilancio positivo di «La fattoria a scuola a Milano-Le fattorie didattiche e sociali del Friuli Venezia Giulia incontrano le scuole di Milano», manifestazione organizzata dal 10 al 15 ottobre nella Rotonda della Besana, da Ersa-Agenzia regionale per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Municipio 3 del Comune di Milano.

Le attività
Nel corso della manifestazione circa 270 alunni delle scuole primarie ‘Morosini’ hanno partecipato alle attività realizzate dalle fattorie ‘Gelindo’, ‘La Contrada dell'oca’ e ‘Le Cjargnelute’ e dagli animatori dell'ecomuseo ‘Lis Aganis’, che hanno coinvolto i bambini in laboratori, attività ludico ricreative e nel grande gioco dell'oca. Nei pomeriggi gli stand sono rimasti a disposizione del pubblico per assaggi e acquisti di prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia.
All'evento hanno preso parte anche 140 studenti dell'Istituto alberghiero ‘Amerigo Vespucci’ - ai quali l'Ersa ha presentato ‘Il Cibario’, l'Atlante dei Prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) del Friuli Venezia Giulia -; 150 allievi dell'Istituto di moda "Caterina da Siena" e ulteriori 84 ragazzi del Liceo artistico "Brera", ai quali è stato presentato il progetto di recupero della bachicoltura.
Gli studenti sono stati coinvolti anche nella partecipazione ad un imminente concorso di idee che servirà per selezionare bozzetti per la terza fase della mostra dedicata alla sericoltura in allestimento nella primavera del 2018 nel museo di Gorizia.