Innovazione protagonista

Pronto il 1° videogame di realtà virtuale «made in Friuli»

Tra pochi giorni il Beta Test in un luogo ancora top secret. Solo 50 persone potranno provarlo in anteprima. Entro il 2017 sarà lanciato sul mercato mondiale.

Primo videogioco in realtà virtuale made in Fvg (© Virtew)

UDINE – Sarà il primo videogioco di realtà virtuale ideato e realizzato interamente in Friuli. La prova zero di questo game ci sarà tra pochi giorni, l’17 e il 18 novembre, in un luogo ancora top secret di Udine. Gli ideatori del progetto, infatti, tutti friulani under 40, ci tengono a mantenere un alone di mistero attorno all’iniziativa. Per ora si sa che al videogioco stanno lavorando cinque persone (tra programmatori, creativi, esperti di grafica e di disegno 3D) e che la società che lo sta realizzando si chiama Virtew. Nei giorni scorsi è stata anche creata una pagina Facebook ed è stato attivato il sito internet www.virtew.net.

Una cinquantina le persone che potranno provare il gioco in anteprima 
Come accennato, tra pochi giorni è prevista la ‘prova generale’ del videogame, con alcune persone che saranno chiamate a testare il prodotto di Virtew. Un progetto a cui il team sta lavorando da qualche mese e che alla fine richiederà un investimento di circa 50 mila euro. Per partecipare al Beta Test e provare in anteprima il primo gioco in realtà virtuale ‘made in Friuli’ basta mandare una e-mail all’indirizzo info@virtew.net
«Il gioco nasce perché questo ambito ci appassiona molto – afferma uno dei promotori del progetto –. Il nostro obiettivo è avere accesso al mercato mondiale dei videogames: per questo abbiamo investito, per trasmettere la nostra creatività attraverso la realtà virtuale. Crediamo che il risultato sia molto interessante, ma saranno i protagonisti del Beta Test a dircelo». Una cinquantina di ‘eletti’ che potranno cimentarsi con il nuovo gioco.
«Partiamo con meccaniche di gioco semplici ma molto affascinanti, che siamo certi potranno coinvolgere ed entusiasmare i futuri giocatori – aggiunge uno dei componenti del team friulano –. Crediamo che la realtà virtuale rappresenti il futuro e quindi abbiamo scelto di puntare tutto su questo settore, che deve ancora esplodere coinvolgendo un pubblico di massa».

L'obiettivo è sbarcare sul mercato mondiale nel 2017
Il team friulano, pur alle prese per la prima volta con la progettazione di un videogame, ha una lunga esperienza nel campo della realtà virtuale. Anche per questo ha le idee piuttosto chiare su quali passi compiere per sviluppare al meglio il game, che consentirà di muoversi all’interno di uno spazio di ambientazione fantasy predefinito.
Un gioco che utilizzerà i visori 3D di ultima generazione (Htc Vive e Oculus Rift), e si rivolgerà, oltre che agli utenti ‘home’, anche alle sale gioco in realtà virtuale. Per riuscire nel gioco, che avrà una colonna sonora dedicata, bisognerà mettere in campo abilità (fisica e mentale), intelligenza e ovviamente intuito.
Con i dati raccolti durante il Beta Test, l’obiettivo di  Virtew è uscire sul mercato mondiale entro la fine di dicembre 2016. Il 2017 infatti, sarà l’anno zero per la realtà virtuale.