22 novembre 2019
Aggiornato 03:00
In visita alla Lean experience factory (Lef)

Ministro elogia realtà specializzata di San Vito al Tagliamento

Accompagnato da presidente e vicepresidente della Regione, Debora Serrachiani e Sergio Bolzonello, e dal presidente di Unindustria Pordenone, Michelangelo Agrusti, l'esponente del Governo ha avuto modo di vedere da vicino l'attività svolta dal centro ad alta specializzazione presente a San Vito al Tagliamento
Serracchiani Calenda di Bisceglie sindaco San Vito al Tagliamento
Serracchiani Calenda di Bisceglie sindaco San Vito al Tagliamento Regione Friuli Venezia Giulia

SAN VITO AL TAGLIAMENTO - Quanto visto a San Vito al Tagliamento «rappresenta in modo chiarissimo ciò che deve essere un digital innovaction hub». Lo ha detto il ministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda,
al termine della visita compiuta questa mattina alla Lean experience factory (Lef). Accompagnato da presidente e vicepresidente della Regione, Debora Serrachiani e Sergio Bolzonello, e dal presidente di Unindustria Pordenone, Michelangelo Agrusti, l'esponente del Governo ha avuto modo di vedere da vicino l'attività svolta dal centro ad alta specializzazione presente a San Vito al Tagliamento. La realtà è sorta nel 2011 grazie ad un investimento compiuto in partnership tra Unindustria Pordenone e la società di consulenza internazionale McKinsey&company.

Digital innovaction hub
Dopo una breve descrizione della filosofia e degli aspetti tecnici del sistema adottato, il ministro ha assistito allo
svolgimento di alcuni processi produttivi della Lean Factory. «Quanto viene svolto in questo centro - ha detto Calenda al termine della visita - è la chiara espressione di ciò che deve essere un digital innovaction hub, un posto dove le aziende e il personale possono apprendere come l'integrazione della loro tecnologia con un modello produttivo basato sulla connessione digitale può migliorare l'efficienza». Il ministro ha aggiunto che all'interno della Lef di San Vito «il processo viene svolto in modo semplice, molto intuitivo e molto efficiente». Visto che la Lean Exeperience Factory è attiva in questa zona del pordenonese già dal 2011, «quanto visto oggi - ha concluso Calenda - incarna perfettamente ciò che deve essere il digital innovation hub ancor prima che il Governo definisse questo concetto».