8 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
Valore di 1.375 euro

Cluster arredo: due borse di studio in memoria di Fabrizio Mocchiutti

L'iniziativa della rete Make My Design in ricordo dell'imprenditore friulano scomparso in un incidente stradale. I prescelti potranno pagarsi due anni di frequenza all’Its Arredo
Fabrizio Mocchiutti
Fabrizio Mocchiutti

UDINE - Il tecnico specializzato nel settore del legno-arredo è una figura sempre più richiesta in Fvg e in Italia, e da oggi i giovani della nostra regione hanno una opportunità in più per formarsi ad hoc grazie alla borsa di studio attivata in memoria di Fabrizio Mocchiutti, l'imprenditore friulano scomparso quest’anno in un incidente stradale. Un’iniziativa lanciata dalla rete Make my Design e coordinata dal Cluster Arredo Casa Fvg che permetterà a due studenti di coprire tutti i costi di iscrizione (1.375 euro lordi ciascuna) per i due anni di frequenza all’Its Arredo, corso di Tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing per il settore arredamento della Fondazione Its Nuove Tecnologie per il Made in Italy (biennio formativo 2016/2018).

I commenti all'inizitiva 
«Le aziende della rete Make my Design, con questa borsa di studio, desiderano ricordare Fabrizio, la sua passione e il desiderio di trasferire e tramandare la conoscenza del settore legno-arredo - commenta il direttore del Cluster Arredo sistema Casa Fvg, Carlo Piemonte -. Trasferire conoscenze attraverso la formazione, come ha sempre voluto Mocchiutti, è il modo migliore per far crescere il nostro comparto e renderlo sempre di più un punto di riferimento a livello nazionale e globale»
Un'iniziativa accolta da favore con tutta la famiglia: «Come tutta la mia famiglia siamo orgogliosi di questa proposta del Cluster - aggiunge Laura Mocchiutti, sorella di Fabrizio -, e lieta che tutte le aziende della rete abbiamo aderito all’iniziativa. Una grande soddisfazione, perché Fabrizio dava tutto per il suo lavoro, ci teneva e ci credeva, veniva prima di tutto. Bellissima cosa, poi, quella di coinvolgere i giovani. Forse non tutti hanno ancora capito l’importanza di una scuola nel settore dell’arredo, e ciò dispiace: servono infatti figure che fanno ciò che facevano i nostri padri. Bisogna riscoprire il valore della manualità, la soddisfazione di vedere un pezzo di legno trasformarsi in una gamba o una spalliera, godere della bella sensazione di creare qualcosa con le proprie mani».
Positiva anche la reazione del mondo imprenditoriale:  «E’ una esigenza del territorio, quella di creare figure di tecnici superiori – spiega Paola Perabò, referente della Danieli -; la Fondazione è stata interessata nella formazione per il settore legno arredo e già dal 2011, come azienda, notiamo gli esiti positivi sui giovani di questi due anni di specializzazione, a cui si offre maggiori competenze e possibilità per il futuro professionale. Tutte le iniziative che contribuiscono ad ampliare l’azione sui segmenti di mercato sono ben accette».

Come si svolgeranno le selezioni
La commissione, composta dal presidente della Fondazione Benedetti, dal presidente del Cluster Arredo e Sistema Casa Franco di Fonzo e da un rappresentante della Rete Make My Design, procederà in queste settimane a stilare la graduatoria di merito tra le adesioni pervenute: i candidati devono avere meno di 25 anni, essere residenti in regione e aver ottenuto all’esame di stato un punteggio superiore a 80/100. 
A ogni studente del corso Its, indirizzo settore arredamento, della sede di Udine, verrà assegnata un punteggio complessivo conseguito nelle selezioni per l’ammissione alla frequenza del corso, al percorso di scuola secondaria superiore frequentato, alla provenienza dello studente (un punteggio maggiore va a chi ha tempi di percorrenza più lunghi per raggiungere la sede del corso). I primi cinque studenti saranno ammessi a un colloquio, che contribuirà a stilare la graduatoria finale, con un rappresentante della rete Make my Design. 

La proclamazione a dicembre
La proclamazione dei vincitori si terrà a dicembre 2016; la borsa di studio verrà suddivisa in due quote, la prima parte sarà erogata entro dicembre 2016, il saldo entro dicembre 2017 (a condizione che gli esami del primo anno siano stati tutti superati con successo).