29 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Raccolta Fondi per i terremotati

Oltre duemila euro raccolti per le popolazioni colpite dal terremoto nel centro italia

Bilancio positivo per il concerto solidale di Santa Cecilia a Remanzacco in cui sono stati raccolti oltre mille euro, bene anche la festa dei 70 anni del Cna pensionati del Fvg che ha fatto un incasso di 1.200 euro

UDINE - Sono numerose le iniziative di raccolta fondi per le popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto, due nello specifico si sono tenute negli scorsi giorni poco fuori città. Oltre mille euro raccolti a Remanzacco per il Concerto di Santa Cecilia, organizzato dalla Nuova Banda di Orzano insieme all’Assessorato comunale alla cultura, che ha visto una grande generosità da parte del pubblico. Ora la somma sarà consegnata al Comune che, insieme alla Pro Loco, a ottobre aveva avviato la raccolta fondi denominata «Due cuori che battono insieme». Altrettanto è stato raccolto durante la serata dedicata ad Amatrice da parte del Cna pensionati Fvg per festeggiare i 70 anni di alcuni membri del gruppo.

La Banda di Remanzacco
«Siamo molto soddisfatti - hanno commentato dalla Banda cittadina - per la grande risposta solidale data dal pubblico del concerto, il quale era dedicato ai 40 anni dal terremoto che sconvolse il Friuli: oggi come allora il Friuli non dimentica e sostiene chi è stato colpito dal sisma. Siamo sempre pronti a impegnarci per il bene degli altri». Tra le melodie proposte anche le famose «Stelutis alpinis» e il «Cjant de Filologjche furlane» del Zardini. 

'Non solo musica, non solo macerie'
La serata all’auditorium comunale De Cesare, dal significativo sottotitolo 'Non solo musica, non solo macerie', ha visto anche la partecipazione di Dino Persello, che ha ricordato con i suoi monologhi i dolori e la rinascita del 1976, nonché la proiezione di alcuni estratti dal film Resurì, realizzato dalle Produzioni televisive dell'Agenzia di stampa della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con la collaborazione della Rai. Proiettate anche delle foto di Luigi Morandini dal servizio 'Non solo macerie - Terremoto 1976'. 

A Feletto Umberto
Tanti ingredienti nella serata gastronomica organizzata da Cna Pensionati Fvg in collaborazione con l'Associazione di volontari 'Ascoltiamo le voci che chiamano onlus' presso la Cna di Feletto Umberto:solidarietà, spirito di aggregazione, goliardia, voglia di stare assieme e di aiutare chi è in difficoltà.

Gli ingredienti della serata
Alcuni neo70enni di Artegna, Treppo, Moruzzo, Tavagnacco hanno invitato coetanei e amici (una sessantina in tutto) alla serata di beneficenza a favore della cittadina di Amatrice, tutta a base di prodotti genuini e originali di Amatrice: olive all’ascolana, affettati reatini, 6 chili di pasta con sugo amatriciana, pecorino. E’ stato concesso uno strappo al menù laziale inserendo alcuni piatti tipici friulani (brovada, polenta e muset), cucinati con passione dai pensionati volontari. La serata si è chiusa con ricchi premi e una torta dedicata ai '20enni con 50 anni di esperienza', come si sono descritti i partecipanti.

Kit per l'amatriciana a ruba
Alla cena erano disponibili, acquistati direttamente nella cittadina colpita dal sisma, i 'Kit per l’amatriciana', confezioni per 4 persone con guanciale, spaghetti, pecorino e pomodori pelati. L’incasso della serata, pari a circa 1200 euro, sarà devoluto alla fornitura della Casa dell’Acqua ad Amatrice, installata da aziende friulane in collaborazione con la Cna.