Esempio virtuoso

Energia, semestre in crescita per Sky Gas&Power

La società udinese attiva nel mercato libero del gas e dell’energia rilascia i dati del primo semestre 2016: ricavi in crescita (+50% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) ed Ebitda a 524 mila euro. Oltre 7.000 le utenze servite in tutta Italia. Previsione di raddoppio del fatturato

Numeri in crescita per Sky Gas&Power (© Sky Gas&Power)

UDINE - Superano gli 8 milioni e mezzo di euro i ricavi di Sky Gas & Power nei primi 6 mesi dell’anno. La società udinese attiva nel mercato libero del gas e dell’energia ha rilasciato i dati del primo semestre 2016, registrando un aumento pari a + 4,3 milioni euro rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. «Abbiamo chiuso con 8,640 milioni di euro di ricavi e 524 mila euro di Ebitda – precisa Stefano Caldarazzo, fondatore e amministratore della società – e prevediamo di superare ampiamente a fine anno il traguardo dei 20 milioni di fatturato, vale a dire il doppio dell’anno scorso».

La società con sede in centro a Udine, e consulenti in tutta Italia, conferma il trend di crescita con riferimento a tutte le tipologie di fornitura. Nei primi 6 mesi dell’anno le utenze sono passate dalle 5.400 del 2015 alle 7.230 attuali. Tra le realtà servite ci sono grandi industrie, pmi, artigiani, amministrazioni pubbliche e condomìni in tutta Italia, il 40% dei quali in Friuli Venezia Giulia. Il fatturato è cresciuto del 50% ogni anno da quando la società è nata, nel 2013, e ha un venduto di 190 milioni di KWh di energia e 40 milioni di mc/anno di gas.
«Quest’anno ci siamo aperti di più ai privati – spiega Caldarazzo – attivando delle proposte di fornitura ad hoc per le utenze domestiche siglabili direttamente online attraverso il nostro sito web. Si tratta di una fascia di utenze ancora in fase di sviluppo ma abbiamo già visto i primi, apprezzabili risultati. Inoltre la consociata SalvaEnergia con cui ci occupiamo di efficienza energetica ha ottenuto la certificazione europea Uni Cei 11352:2014, un risultato importante considerato che le aziende obbligate alla diagnosi energetica, secondo una direttiva europea, dovranno rivolgersi solo ed esclusivamente a società ESCo certificate».

Nei piani per il prossimo futuro c’è l’assunzione di nuovo personale (una ventina i collaboratori impegnati a Udine e 10 quelli a Roma, dove hanno sede crm, logistica e credito), l’apertura dello sportello in via dei Torriani a Udine anche il sabato, per migliorare il servizio al cliente, e l’educazione all’uso intelligente delle fonti energetiche in collaborazione con le scuole. «Abbiamo già organizzato la prima 'lezione' in collaborazione con l’International School di via Martignacco a Udine – fa sapere l’imprenditore – che è andata molto bene e conferma l’importanza di istruire i bambini al rispetto delle risorse naturali del pianeta e a un uso corretto della luce e del gas in casa»