23 maggio 2019
Aggiornato 07:30
Progetto da 150 mila euro

Rischio allagamenti: il Comune interviene in via Tolmino

Per permettere la realizzazione dell'intervento nei prossimi giorni sarà introdotto il divieto di transito. Honsell: “L'amministrazione interviene per risolvere problemi concreti: la gestione delle acque meteoriche di via Tolmino per decenni ha creato gravissimi disagi”

UDINE - È una delle strade cittadine più soggette ad allagamento in occasione di forti precipitazioni. Con un investimento complessivo di 150 mila euro l'amministrazione comunale interviene in via Tolmino con una serie di opere di regimazione idraulica per risolvere finalmente le criticità causate dall'acqua piovana in tutta l'area. I lavori sono stati affidati oggi, 28 novembre, alla ditta Raggioni Sergio di Pulfero. «La gestione delle acque meteoriche di via Tolmino per decenni ha creato gravissimi disagi – sottolinea il sindaco di Udine, Furio Honsell –, pertanto anche in questo caso il Comune interviene per risolvere le problematiche concrete dei cittadini, a dimostrazione che per noi i quartieri periferici sono importanti quanto il centro storico».

Le problematiche
I problemi di allagamento che interessano via Tolmino e le zone limitrofe, in particolare via San Quirino, si presentano ormai con frequenza annuale a causa di diverse problematiche della rete fognaria. Il quadro è aggravato dal fatto che via San Quirino, essendo più bassa di 20-25 centimetri rispetto a via Tolmino, si allaga a causa dell'acqua che entra ruscellando proprio da via Tolmino. «Anche dopo le recenti alluvioni che hanno colpito il nostro Paese, appare evidente a tutti come sia importante mettere in sicurezza il nostro territorio da fenomeni piovosi sempre più frequenti e abbondanti – è il commento dell'assessore alla Mobilità, Enrico Pizza –. Ringrazio il consigliere delegato Federico Filauri per il lavoro svolto con i residenti per illustrare e seguire nei minimi dettagli i diversi passaggi del progetto che li interesserà per i prossimi tre mesi».

Il progetto
Dal momento che per ragioni tecniche non è possibile intervenire sui diametri delle condotte o sulle quote delle fognature, il progetto del Comune punta a mitigare il rischio idraulico di via San Quirino introducendo una serie di accorgimenti. Per prima cosa in testa alla fognatura di via Tolmino è previsto un pozzetto sfioratore dotato di paratoia regolabile, che si innescherà nel momento in cui le acque raggiungono il livello massimo nella condotta di via San Quirino. Contestualmente saranno realizzati una condotta da 60 centimetri e un sistema drenante costituito da due tubazioni forate da 50 centimetri. Un griglione trasversale in testa a via San Quirino raccoglierà infine le acque che tendono a defluire da via Tolmino, smaltendo le stesse verso il sistema drenante.

La circolazione dei mezzi
I lavori, che hanno ottenuto il parere favorevole della Provincia di Udine e di Fuc, Cafc e AcegasApsAmga, dureranno circa tre mesi. Nei prossimi giorni, una volta ultimata la preparazione del cantiere, in via Tolmino, nel tratto tra via del Bon e la linea ferroviaria, sarà introdotto il divieto di transito, che sarà opportunamente segnalato sia all'ingresso da via Cividale sia dal lato di via del Bon e Laipacco. La circolazione verrà fatta proseguire lungo appositi percorsi alternativi e sarà salvaguardato il transito di residenti e frontisti.