Diffuse anche le 'nuove religioni'

Satanismo e movimenti religiosi: il Triveneto ai vertici in Italia

Città come Verona, Bassano del Grappa, ma anche le province di Pordenone e di Udine sarebbero i centri più 'cald'i, dove messe nere e cerimonie dedicate alla figura del demonio sarebbero frequenti

Un crocifisso spezzato in una casa abbandonata (© Adobe Stock)

UDINE - Il Nordest è ai vertici della classifica tra le zone a più alta concentrazione di sette sataniche. Città come Verona, Bassano del Grappa, ma anche le province di Pordenone e di Udine sarebbero i centri più 'cald'i, dove messe nere e cerimonie dedicate alla figura del demonio sarebbero frequenti. La rivelazione arriva dal vicino Veneto, dove di recente sono stati approfonditi gli studi effettuati dal padre benedettino Pellegrino Maria Ernetti, esorcista, considerato il teologo massimo della demonologia.

Nel Nordest, oltre alle sette sataniche, a proliferare sarebbero le cosiddette ‘nuove religioni’, quei movimenti che si interrogano sui temi universali della vita e dell'uomo: una stima parla di una sessantina e più tra sette e associazioni di questo tipo nel solo Triveneto. Ci sono le chiese dell’unificazione e della scientologia, quelle che si rifanno ai movimenti orientali, e poi ci sono i Testimoni di Geova.

Tornando al tema del satanismo, spesso capita, nei boschi o in casolari abbandonati, di imbattersi in resti di altari, animali sgozzati, candele nere. Movimenti che utilizzano la rete per mantenere i contatti e darsi appuntamento, con la creazione, ad esempio, di gruppi segreti su Facebook. Proprio questo utilizzo dei social sta facendo avvicinare al satanismo sempre più giovani.