Alla presentazione anche l'assessore Telesca

Lavori in ospedale: entro il 2020 altri 300 posti letto

Presentati i lavori del 3° e del 4° lotto, che partiranno all'inizio del 2017. L'investimento previsto è di 66 milioni di euro

L'ospedale di Udine prima e dopo i lavori (© Diario di Udine)

UDINE - «Questa importante opera si colloca all'interno di un sistema sanitario che sta cambiando e potrà dimostrarci che si possono compiere opere pubbliche in tempi rapidi con efficacia ed efficienza». Lo ha affermato l'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca intervenendo alla presentazione dei lavori di completamento del polo ospedaliero di Udine, il cui avvio è previsto per i primi mesi del 2017. L'appuntamento, che si è tenuto nella sala anfiteatro del presidio ospedaliero universitario Santa Maria della Misericordia a Udine, ha dato conto dell'iter seguito per la cantierabilità dell'opera del terzo e quarto lotto illustrando, attraverso i rendering, il risultato finale.

L'opera sarà completata nel 2020
Telesca ha ricordato l'impegno economico della Regione, pari a circa 36 milioni di euro, «per il completamento di una struttura ospedaliera che rappresenta un centro di riferimento importante di alta specialità per tutto il territorio; un intervento che, assieme alla quota del ministero della Salute, ha potuto contare della disponibilità dell'intero finanziamento fin dall'avvio della progettazione, a differenza di quanto accaduto con il primo e secondo lotto» la cui modalità di finanziamento, con risorse messe a disposizione per fasi successive, ha provocato incertezze nell'avanzamento dei lavori e periodi di fermo cantiere «che ha avuto come diretta conseguenza - ha evidenziato il direttore generale dell'Azienda sanitaria universitaria integrata (Asui) di Udine, Mauro Delendi, presente all'incontro - il lungo periodo di tempo necessario alla realizzazione dell'opera: avvio nel 2002, occupazione delle prime aree a fine 2013 e completa attivazione nel 2015».
«Si è aperta una stagione nuova con significativi investimenti nella sanità regionale - ha aggiunto Telesca -  e in particolare su questo ospedale che ha valore per i cittadini di tutta la regione». Telesca ha sottolineato la necessità di proseguire nella collaborazione fra le istituzioni nella realizzazione di queste opere che sono una risposta importante per i cittadini. Un ospedale nuovo, completo, con un'organizzazione diversa e una grande collaborazione con la sanità del territorio potranno, secondo l'assessore, contribuire al miglioramento della qualità dei servizi. Il completamento dell'opera è previsto nella seconda metà del 2020.

Delendi spiega l'iter dell'opera
Delendi ha ripercorso le tappe che hanno portato alla prossima nuova realizzazione ricordando l'accordo di programma sottoscritto a marzo del 2013 fra Regione Fvg e ministero della Salute per un finanziamento di circa 44 milioni di euro e il sostegno della Regione che ha integrato il finanziamento ministeriale con circa 36 milioni, consentendo così la realizzazione dell'intero manufatto di completamento in un intervento unico.
«Ci si stiamo avviando - ha detto Delendi - a un grande risultato che consentirà all'Azienda ospedaliero universitaria di Udine di disporre in tempi ragionevoli del completamento di un'opera ormai indispensabile per rispondere con criteri moderni alle esigenze di assistenza, di ricerca e di didattica che vanno ben oltre gli ambiti territoriali teoricamente assegnati».

Investimento da 66 milioni di euro
La gara per la realizzazione del terzo e quarto lotto del nuovo ospedale di Udine è stata aggiudicata dal raggruppamento temporaneo di imprese Grandi Lavori Fincosit spa di Roma, Milani Giovanni &C. srl di Osnago (Lc), Panzeri Spa Luisago (Co) mentre i progettisti individuati sono la  società di ingegneria Studio
Amati srl di Roma, Deerns Italia Spa di Milano, Main Management e Ingegneria spa di Bologna e Thema srl di Bologna. L'aggiudicazione è avvenuta dopo una gara che ha visto impegnati 12 raggruppamenti provenienti da tutta Italia.
L'importo complessivo a base di gara per l'esecuzione dei lavori è stato pari a 66.615.239 euro. La nuova struttura ospedaliera sarà adiacente al primo e secondo lotto ed orientata sul versante di via Chiusaforte con 56 mila metri quadri di nuove superfici, 229 posti letto degenze ordinarie, 19 sale operatorie e per attività interventistica, 39 posti letto terapia intensiva e semintensiva, 44 posti letto day hospital e day surgery, 18 posti letto unità coronarica, 12 box pronto soccorso e 14 posti letto medicina di urgenza e 30 posti letto osservazione breve temporanea e intensiva.