Cerimonia

Restaurati gli affreschi di Cazzaso

Gli interventi necessari al recupero e alla messa in sicurezza del soffitto affrescato della chiesa della Santissima Trinità di Vai sono stati portati a termine con risorse della Regione, attraverso il servizio Politiche della Montagna

Restaurati gli affreschi di Cazzaso (© Regione Friuli Venezia Giulia)

UDINE - «Forse non servono tanti convegni e studi sullo spopolamento della montagna: servono invece segnali concreti e precisi, anche piccoli, per indicare che non c'è una condanna al degrado». Lo ha detto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, lo scorso 11 dicembre a Cazzaso (Udine), dove si trovava in occasione della cerimonia nel corso della quale sono stati restituiti alla comunità gli affreschi caduti per il crollo di una porzione del soffitto della chiesa parrocchiale.

Gli interventi necessari al recupero e alla messa in sicurezza del soffitto affrescato della chiesa della Santissima Trinità di Vai sono stati portati a termine con risorse della Regione, attraverso il servizio Politiche della Montagna. Il completamento del restauro è stato festeggiato nel corso di una cerimonia alla quale ha preso parte anche il sindaco di Tolmezzo, Francesco Brollo, e che Serracchiani ha definito «commovente e sentita, partecipata da una comunità molto unita, resa viva e vitale anche da un'associazione locale che esprime iniziative di aggregazione».