Ultima gara interne del 2016

L'Udinese supera il Crotone per 2 a 0

Terza vittoria consecutiva per i bianconeri grazie ad una splendida doppietta di Thereau

L'Udinese vince al Friuli (© Diario di Udine)

UDINE - Ultima gara interna del 2016, l’Udinese ci tiene a fare bene per salutare i propri tifosi. Alla Dacia Arena arriva il Crotone, rilanciato dalla vittoria contro il Pescara e, in generale, da una serie di prestazioni convincenti.
Delneri sceglie Angella per sostituire lo squalificato Danilo. A centrocampo la novità è Janko dal primo minuto mentre per l’attacco De Paul ritrova una maglia da titolare e affianca Zapata e Theraeu.

Il Crotone parte subito bene e dopo quattro minuti mette subito in difficoltà la retroguardia bianconera: guizzo di Trotta in area ma Karnezis è pronto in uscita a murare il tiro. La risposta dell’Udinese arriva al 13’ con Zapata che ben servito da Widmer calcia da posizione angolata ma trova il piede di Cordaz ad evitare il gol. L’Udinese trema ancora al 17’: Palladino si divora il gol con un conclusione spedita alta dall’altezza degli undici metri. Il pericolo scampato sveglia l’Udinese che alza il pressing e inizia ad impadronirsi del campo, senza tuttavia creare particolari problemi alla difesa ospite.
Al 34’ Kums si libera al tiro da fuori area ma la mira è sbagliata, palla a lato. Al 38’ arriva il primo giallo della gara, se lo becca Crisetig per un intervento falloso su Kums in uscita dalla propria trequarti. 
Al 36’ si rivede il Crotone: Trotta calcia dalla distanza, Karnezis blocca senza problemi. Quando ormai il riposo è vicino, l’Udinese trova il gol. AL 43’, sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra pennellato in mezzo da Kums, Thereau trova il tocco vincente sotto misura e supera Cordaz, mettendo a segno il settimo gol stagionale.
Dopo 1’ di recupero, Sacchi manda le squadre negli spogliatoi. Vantaggio bianconero sofferto contro un Crotone ben messo in campo.

La ripresa inizia con una novità nell’Udinese. Delneri decide di aggiungere a centrocampo ed inserisce Hallfredsson al posto di Jankto. I bianconeri scendono in campo determinati a non concedere nulla all’avversario. Hallfredsson al 50’ riscalda il sinistro con una conclusione potente dalla distanza che finisce a lato. L’Udinese alza il baricentro e schiaccia il Crotone. Al 54’ Angella di testa sfiora il gol sugli sviluppi di un calcio di punizione, bravo Cordaz ad opporsi. Al 61’ l’Udinese raccoglie i frutti del suo ottimo avvio di secondo tempo: spunto si Zapata sulla sinistra, il colombiano appena dentro l’area scarica su Thereau che non sbaglia e centro l’ottavo sigillo personale che vale il doppio vantaggio. 
Thereau è letteralmente scatenato e due minuti dopo sfiora la tripletta con un tiro miracolosamente parato da Cordaz al termine di una travolgente incursione in area palla al piede.
Ormai è un monologo dell’Udinese con De Paul a e Zapata incontenibili a destra e sinistra. Ma è ancora Thereau a sfiorare il gol: al 73’ calcia addosso a Cordaz e sciupa l’opportunità di portare a casa il pallone della tripletta. Il Crotone non è riuscito a bissare la buona prestazione del primo tempo, schiacciato da un’Udinese davvero irresistibile.
All’86’ Cordaz esce dall’area e blocca con le mani un pallonetto di Thereau: l’arbitro non può fare a meno di estrarre il cartellino rosso. I rossoblu restano in dieci, la partita finisce. 
Delneri concede la standing ovation a Thereau che lascia il campo tra gli applausi. Al suo posto entra Badu, un minuto prima del novantesimo. Dopo quattro minuti di recupero, il match è consegnato agli annali. Terza vittoria consecutiva per l’Udinese che raggiunge quota 24 in classifica. Prossimo avversario la Sampdoria degli ex Muriel e Bruno Fernandes.