101 a 88 il risultato finale

Sconfitta a Jesi per una Gsa Udine a ranghi ridotti

I bianconeri si sono presentati nelle Marche con poco più della metà dei suoi effettivi, considerato che a Zacchetti, Truccolo e Vanuzzo, anche Castelli si è aggiunto alla lista degli infortunati

Sconfitta in trasferta per Udine (© Jesi)

UDINE - Esce sconfitta, per 101 a 88, la Gsa Udine sul campo dell’Aurora Jesi. Una Gsa che si è presentata nelle Marche con poco più della metà dei suoi effettivi, considerato che a Zacchetti, Truccolo e Vanuzzo, anche Castelli si è aggiunto alla lista degli infortunati (rischio di due mesi di stop per il piemontese). In queste condizioni la partita con Jesi, che era a pari punti in classifica con gli udinesi, ha rappresentato un difficile banco di prova innanzitutto per coach Lardo, chiamato a mettere spesso in campo quintetti con giocatori fuori ruolo e a rischio di quinto fallo. Non sono mancate, però, alcune notizie positive per Udine, a partire dal contributo finalmente di livello di Okoye e Ray (autori insieme di 58 degli 88 punti di squadra), di un Cuccarolo presente sotto le plance (per lui doppia doppia con 10 punti e 11 rimbalzi) e per i minuti di esperienza incamerati dai giovani Diop, Gatto e Chiti (quest’ultimo all’esordio stagionale).

La Gsa Udine è rimasta in partita fino a metà del terzo quarto, dopo che nei primi due Jesi, a parte le battute iniziali, è rimasta sempre al comando, trascinata dai punti dei lunghi Maganza (un ex) e Benevelli, oltre che da un buon Bowers. Udine è rimasta in scia dei marchigiani grazie soprattutto alle giocate dei suoi stranieri ed alla precisione al tiro dalla distanza (12/27 il computo finale nella specialità).

Nel terzo quarto, otto punti di fila degli udinesi, con Cuccarolo, Ray e Okoye, hanno permesso a Udine il sorpasso al 23’ (50-51) e, poco più tardi, di allungare con un canestro di Ferrari su assist di Ray (53-56). E’ durata, però, poco l’euforia quello degli ospiti perché Jesi con Benevelli e Bowers ha piazzato subito tre bombe, fino a quel momento l’arma preferita dalla Gsa, e si è riportata avanti per 70 a 61. Da quel momento i padroni di casa hanno avuto in mano stabilmente il match, incrementando successivamente il punteggio fino a sforare il «muro» dei 100 punti, anche se la Gsa, che nel frattempo perdeva per cinque falli Ferrari e Okoye per doppio fallo antisportivo, ha avuto il merito di non mollare mai completamente la presa.


Aurora Basket Jesi - G.S.A. Udine 101-88 (32-27, 48-43, 75-66)

Aurora Basket Jesi: Andrea Benevelli 25 (3/6, 4/9), Tim Bowers 20 (4/8, 3/5), Dwayne Davis 19 (3/3, 2/6), Marco Maganza 17 (6/8, 1/2), Filippo Alessandri 10 (3/6, 0/4), Andrea Picarelli 6 (0/0, 2/5), Matteo Battisti 2 (0/1, 0/2), Giga Janelidze 2 (1/1, 0/0), Samuele Moretti 0 (0/0, 0/0), Guido Scali 0 (0/0, 0/0), Joseph Vita sadi 0 (0/0, 0/0), Simone Mentonelli 0 (0/0, 0/0). All.: Cagnazzo. Note: tiri liberi 25/30, tiri da due 20/33, tiri da tre 12/33.
G.S.A. Udine: Allan Ray 30 (5/13, 5/9), Stanley onyekachukwu Okoye 28 (4/7, 5/7), Gino Cuccarolo 10 (5/6, 0/0), Vittorio Nobile 6 (0/1, 0/2), Andrea Traini 5 (1/4, 1/4), Mauro Pinton 3 (0/1, 1/4), Michele Ferrari 2 (1/4, 0/0), Ousmane Diop 2 (1/1, 0/1), Raphael Chiti 2 (1/1, 0/0), Tommaso Gatto 0 (0/0, 0/0), Riccardo Truccolo 0 (0/0, 0/0). All.: Lardo. Note: tiri liberi 16/21, tiri da due 18/38, tiri da tre 12/27.