A partire dal mese di febbraio del 2017

La carnica Lumiei in Kosovo per una centralina idroelettrica da 7,5 milioni

Obiettivo istituzionale del Kosovo è di raggiungere il 25% di produzione di energia elettrica nel Paese, derivante da fonti rinnovabili, un traguardo ancora molto lontano

La carnica Lumiei in Kosovo per una centralina idroelettrica da 7,5 milioni (© Lumiei | sito web)

VILLA SANTINA – Nuova commessa per la carnica Lumiei Impianti: l’azienda realizzerà in Kosovo una centralina idroelettrica da 5 mega watt, per un investimento di 7,5 milioni. La società, con una compagine di altri imprenditori carnici, ha infatti deciso di investire nel territorio kosovaro dove, ancora esiste la possibilità di creare impianti idroelettrici e investire nel settore delle energie rinnovabili, cosa divenuta ormai difficile in Italia, per la scarsità di concessioni e le normative sempre più stringenti. Riconosciuto il grande know how portato dalla Lumiei Impianti, il Governo del Kosovo, ha concesso le autorizzazioni alla società, per la realizzazione di una centralina idroelettrica da 5 mega watt, a Kotlina, zona che si trova a poche decine di chilometri dal confine con la Macedonia.

Energia rinnovabile
Obiettivo istituzionale del Kosovo è di raggiungere il 25% di produzione di energia elettrica nel Paese, derivante da fonti rinnovabili, un traguardo ancora molto lontano. Per questo, il Governo guarda con estrema attenzione agli investitori privati con esperienza e professionalità già acquisita, anche in territori stranieri. A coordinare tutti i lavori in loco è per la Lumiei Impianti, Paolo Di Benedetto che conferma: «Le potenzialità di sviluppo in Kosovo sono enormi nel settore idroelettrico. Una volta riconosciuto il know how, il Paese offre la sua fiducia ad investitori stranieri come noi. Di questo andiamo fieri, e siamo pronti ad eseguire al meglio il nostro operato, confermando la bontà progettuale e di realizzazione del cosiddetto Made in Italy, anche in questo settore». La centralina, che verrà realizzata a partire dal mese di febbraio del 2017, comporterà un investimento di 7,5 milioni, con l’installazione di una turbina Pelton. I tempi di realizzazione saranno di circa 12 mesi.